Economia & Lavoro

Palermo città metropolitana. Proposto Project financing per le “aree risorsa”

Leoluca Orlando. Foto Archivio

La Giunta comunale ha approvato nella sua ultima seduta un atto di indirizzo che mira a favorire “la valorizzazione delle aree risorsa” della città nell’ottica dello sviluppo di Palermo città metropolitana.
Si tratta di quelle che non svolgono oggi più le proprie funzioni originarie o che sono ubicate in zone strategiche per l’assetto delle municipalità e della città nel suo complesso.

Queste aree – si legge nella delibera – sia dal punto di vista localizzativo che dal punto di vista della dimensione delle aree
possono accogliere le funzioni di rango metropolitano ed europeo” e possono contribuire quindi a “determinare vere e proprie eccellenze in campo culturale, artistico, religioso, sportivo, congressuale ed ambientale” determinando “il recupero e la valorizzazione di beni ed aree diffusi nel territorio comunale e la realizzazione di nuove polarità.”

Vi è l’ambizione e l’opportunità – scrive ancora la Giunta comunale – di riusare e rigenerare le aree dismesse e sottoutilizzate, come anche la necessità di realizzare i servizi essenziali per la città, per la qualità dell’ambiente urbano.”

Tutto questo “sconta però l’assenza di processi e leve finanziarie volti alla rifunzionalizzazione e al riuso dell’esistente sia alla creazione di nuove strutture.”

Per la Giunta è quindi “necessario esplorare la possibilità di ricorrere al concorso della finanza privata, dati i costi elevati degli interventi, sia in ordine alle prestazioni tecnologiche e funzionali, sia all’elevata qualità architettorinica.”

Per la Giunta è quindi necessario, oltre che possibile, ricorrere alla cosiddetta finanza di progetto, prevista dal Codice degli Appalti e che prevede la possibilità per i privati di proporre opere da inserire nella programmazione dell’Amministrazione pubblica, purché – chiarisce la Giunta per mettere in chiaro anche la propria visione sullo sviluppo della città – gli interventi proposti abbiano come obiettivo un utile sviluppo economico-sociale della città nei vari settori di interesse: cultura, internazionalizzazione, turismo, commercio, attività sociali e sportive, comunicazione, servizi pubblici.”

Ancora più esplicito il riferimento alla “visione della città” espressa dalla Giunta: “le azioni di riqualificazione dovranno
sostenere una visione della città che miri al riequilibrio delle diverse parti Nord-Sud, Est-Oves, Centro-periferia. In tal senso saranno soggette a particolare attenzione le aree periferiche che si sviluppano oltre Viale Regione Siciliana, l’area della Costa Sud, le aree ferroviarie dismesse.

“L’approvazione di questa delibera in concomitanza con la proposta del Piano Triennale delle Opere Pubbliche – spiega l’Assessore Tullio Giuffrè – non è casuale perché siamo ben coscienti della necessità e della opportunità di coinvolgere i privati nella progettazione e realizzazione di interventi futuri che ridisegneranno alcune aree della città e serviranno a fornire servizi essenziali.”

“Questa delibera – afferma ancora l’Assessore che è stato l’estensore della proposta delle linee guida del nuovo PRG, attualmente all’esame delle Circoscrizioni e del Consiglio Comunale e a cui questo nuovo fatto fa esplicito riferimento – ha voluto rendere chiare ed esplicite le linee entro le quali però si svolgerà questa collaborazione pubblico-privato: l’utilità delle opere e degli interventi da realizzare, in una ottica di attenzione al territorio e al suo equilibrio, inteso sia come equilibrio ambientale che come equilibrio socio-economico.”

“Con questo passo – spiega il Sindaco Leoluca Orlando – la città si apre ad una possibilità di collaborazione pubblico-privato che avrà grandi ricadute positive sulla sul tessuto urbano e sulla qualità della vita dei cittadini. Strumenti come questo rendono credibile l’azione dell’Amministrazione che può presentare una programmazione chiara e strumenti definiti anche a potenziali investitori, che nel fare le proprie scelte economiche avranno un quadro di riferimento e potranno quindi sviluppare al meglio le proprie proposte.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.