Scuola & Università

Palermo, città del buon cuore: educazione alimentare fin dall’infanzia

Da sinistra Barbara Evola, Leoluca Orlando e Salvatore Bonocore (foto di Giada Mercadante)

A Villa Niscemi è stato presentato presentato il progetto Palermo città di Buon cuore, promosso dall’Assessorato alla Scuola con l’obiettivo di individuare nuovi stili di vita per i giovani studenti prevenendo le malattie cardiovascolari dovute anche alla cattiva alimentazione.

Erano presenti l’Assessore alla Scuola Barbara Evola , il sindaco Leoluca Orlando, il dott. Salvatore Bonocore , che hanno illustrato il progetto.  Tra il pubblico, il presidente dell’ordine dei medici Amato,  cardiologi , pediatri e insegnanti. Si, insegnanti, perché questo progetto prevede una sinergia tra scuola, amministrazione comunale e la classe dei medici.  Coinvolto anche l’Assessorato alla Sanità nella persone della dott. ssa Furnari.

L’assessore Evola dichiara: “ Un Modus di vita alternativo, un modus salutare. Sono coinvolte 24 scuole materne dove si svolgeranno degli incontri con cardiologi e pediatri per parlare di educazione alimentare. Educazione che va fatta al bambino, ma si deve trovare la collaborazione della famiglia. Le mamme, le nonne, sono i nostri interlocutori ultimi.  Sono cinque i temi trattati:  la colazione, il pranzo, la merenda, la cena, lo spuntino.  Ci sarà un incontro al mese e si prevedono anche gite e lunghe passeggiate perché, ricordiamo, che l’attività fisica serve.  Certa è anche la collaborazione del Coni che organizzerà attività per i bambini”.

Sono coinvolti 50 medici e 5 UDE, unità didattiche educative, per educare al mangiare bene.

Conclude Orlando: “Palermo capitale della cultura per il 2019 e non solo per i monumenti, la storia e i beni culturali, ma è un discorso più ampio.  Capitale della cultura della salute, cultura del benessere, insomma a tutto tondo.  Un mosaico che ha delle tessere da inserire per essere completo, e lo stato di benessere, la qualità della vita di una città parte da queste iniziative”.

Giada Mercadante

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.