Scuola & Università

“Palermo, città dei diritti umani” a tutela dei rifugiati e dei richiedenti asilo

In vista della giornata Mondiale del Rifugiato (20 Giugno), l’amministrazione comunale di Palermo ha avviato un percorso di formazione e di sensibilizzazione degli studenti di alcune scuole palermitane, avvalendosi del contributo del gruppo di lavoro denominato “Palermo, città dei diritti umani” formato dagli esperti a titolo gratuito Ilia Mazzone, Mouhamed Cissé e Francesco Campagna.

“È un contributo determinate alla costruzione di una cultura dell’accoglienza – afferma l’assessore alla Partecipazione e alla Migrazione Giusto Catania – così da candidare Palermo a luogo di ospitalità per tante donne e uomini che fuggono dalla fame e dalle guerre e contribuire, con tale profilo, a diventare capitale Europea della Cultura nel 2019.”

Il progetto si intitola: “in un minuto una famiglia può perdere tutto. A te basta un minuto per aiutarli” e coinvolge tre istituti scolastici della città: il Liceo Classico Umberto I; l’Istituto Tecnico Industriale Alessandro Volta; l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri Pietro Piazza.

Gli studenti di queste scuole saranno coinvolti nella realizzazione di un video spot di un minuto sul tema dei rifugiati.

I primi incontri, alla presenza degli esperti incaricati dal Comune avranno luogo il 6 maggio alle ore 15:30 all’ Umberto I; il 7 maggio alle ore 9:00 all’Alessandro Volta e l’8 maggio alle 11.15 all’Alberghiero Piazza.

“Gli incontri serviranno a presentare agli studenti la realtà dei rifugiati e dei richiedenti asilo attraverso l’esame delle norme nazionali ed internazionali – sottolinea Catania – e analizzeranno la specificità della Sicilia nell’accoglienza di flussi migratori.”

La prossima settimana gli studenti delle tre scuole ascolteranno le testimonianze dirette di profughi residenti nella città di Palermo e
il 27 Maggio il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore Giusto Catania incontreranno gli studenti delle tre scuole, presso l’istituto Pietro Piazza, per illustrare le iniziative della città in materia di profughi e rifugiati.

“Il progetto è molto ambizioso – conclude l’assessore Catania – infatti è nostra intenzione, già dal prossimo anno scolastico, coinvolgere tutte le scuole della città per costruire una sensibilità diffusa su queste tematiche.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.