CronacaPrimo Piano

Palermo, alteravano erogazione della benzina. Due sequestri

Foto Internet

Ancora controlli a Palermo da parte della Guardia di Finanza sulla manomissione dei distributori di benzina per erogare minore quantitativo di carburante rispetto a ciò che si paga realmente. Sono stati così sequestrati due impianti, uno in piazza Vanni e l’altro in via Leonardo da Vinci.

I due gestori sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per “frode nell’esercizio del commercio ed uso o detenzione di strumenti di misurazione alterati”.

I finanzieri hanno scoperto sia la manomissione dei sigilli metrici apposti ai dispositivi di taratura dall’Ufficio Metrico per evitare manovre sui congegni di misurazione, sia la concreta alterazione degli strumenti di misura delle colonnine di erogazione. I militari hanno accertato che i gestori dei due impianti, in entrambi i casi, mediante la manomissione dei sistemi di misurazione posti sulle colonnine riuscivano ad erogare un quantitativo di carburante di circa il 7/8% inferiore rispetto a quanto visualizzato dal cliente sul display della colonnina.

A fare insospettire i finanzieri durante i controlli sono state alcune anomalie nelle modalita’ di apposizione dei sigilli metrici obbligatori posti a garanzia dei sistemi di erogazione, visivamente artefatti e non conformi agli standard qualitativi utilizzati dalle stesse compagnie petrolifere che ne hanno totalmente disconosciuto la provenienza. Il tutto per dare “copertura” contabile a quantitativi eccedenti di prodotti, ottenibili per effetto di rifornimenti ai clienti in misura inferiore a quella indicata dalle colonnine ovvero di illecite introduzioni o recuperi di carburante in evasione delle accise, delle imposte dirette e dell’Iva e quindi “in nero”.

Nel corso delle due operazioni i finanzieri hanno sequestrato 2 serbatoi interrati, 12 “pistole” di erogazione, circa 2.000 litri di gasolio e 4.200 litri di benzina e denunciato due persone per frode nell’esercizio del commercio ed uso o detenzione di strumenti di misurazione alterati. In corso gli accertamenti per quantificare le imposte evase.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.