CulturaPrimo Piano

Palermo. Alessandro Gallo, scrittore per i giovani e tra i giovani

Alessandro Gallo (foto di Valeria Mazza)

In Sicilia ritornano le vicende tragico-comiche di Pummarò, Panzarotto e Bacchettone, sono i protagonisti del capolavoro di Alessandro Gallo “Scimmie”. La storia di tre adolescenti che nella Napoli degli anni ’80 desiderano entrare a far parte di un clan camorristico. La loro vita cambierà grazie all’incontro fortuito con Giancarlo, un giovane giornalista che con determinazione vuole cambiare il loro destino e inizia da subito in maniera semplice e avvalendosi dell’efficace metafora della torta spiega loro cosa sia la Camorra:

“Sì, tutto questo per la fetta più grande! Una fetta che una volta che il festeggiato l’ha ingerita è come se avesse ingerito l’intera città. I vicoli, i monumenti, le strade, ma soprattutto l’intera popolazione. – E che ci resta? – Solo la merda. Sì, solo la merda! Perché chi pensa che per vivere meglio bisogna mangiarsi la città allora in testa ha solo la merda”.

La figura del giornalista è liberamente ispirata a quella di Giancarlo Siani, cronista de «Il Mattino» ucciso dalla camorra nel 1985.

Scimmie è un romanzo asciutto, immediato, a volte ruvido, realistico nell’uso del dialetto che rende perfettamente l’accesa espressività dei giovani protagonisti, di grande impatto nel contenuto e nella forma, con uno stile vivace ed espressivo. Vincitore del Concorso letterario Giri di Parole 2011 indetto dalla Navarra Editore, giovane casa editrice palermitana che contraddistingue il proprio profilo editoriale per l’attenzione agli autori emergenti e l’interesse per le tematiche di impegno civile. Un romanzo pensato per i più giovani come “strumento” di formazione e informazione. Il testo è in parte autobiografico. L’autore Alessandro Gallo, ha conosciuto la camorra molto bene e da vicino, con un padre condannato per associazione mafiosa e una cugina donna killer della camorra “Nikita”.

Nella scrittura e nel teatro di impegno civile Alessandro Gallo ha trovato la possibilità di un riscatto sociale, uno strumento per mettere la sua storia al servizio dei più giovani. Attualmente l’autore lavora a Bologna come scrittore, attore, regista e formatore nei percorsi di educazione alla legalità nelle scuole.

Il tour di presentazioni di questa settimana siciliana vede Alessandro Gallo impegnato nelle scuole per sensibilizzare i giovani a un cambiamento possibile grazie alla cultura della legalità che è l’unico modo per costruire le basi per un futuro migliore. L’impegno dello scrittore termina con la presentazione del libro il 9 Novembre alle 19:00 a Tea(l)tro Spazio_baratto, sede dell’Associazione Culturale Tea(l)tro diretta dal regista Francesco Romengo, (Altavilla Milicia), un luogo particolare, dove si fa cultura in un modo originale e intelligente, già stato definito dal giornalista Giuseppe Fumia “salotto-isola dentro e al contempo fuori dal mondo”. Un caffè_baratto che vedrà ospite l’attore scrittore Alessandro Gallo con il suo romanzo “Scimmie”, la pittrice Lia Biondollillo con l’estemporanea d’arte, il cantatore Toto’ Fundaro’ con le sue melodie. Per info Associazione Culturale Tea(l)tro

Chiara Lo Faso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

5 commenti

  1. Salve!
    Capitammo insieme, un giorno, Gallo ed io, ospiti di una trasmissione televisiva della brava Cinzia Gizzi proprio qui a Palermo e così si presentò l’occasione di ascoltare un magnetico affabulatore che, fra un tono algido e una garbata simpatia, ha sicuramente delle cose da raccontare e muove delle riflessioni.
    Riflessioni controverse, intendiamoci! Riflessioni che, tuttavia, si auspica si trasformino dentro ogni “pensatore” in testimonianza e in fatti: ah, la benedetta cultura della legalità!!! Mi piace che Gallo abbia spazio dentro il Tea(l)tro che Fumia ha ben inquadrato; mi piace che la musica sia quella di Totò e che Lia sia con loro a offrire il suo impagabile e unico apporto, fosse anche quello del solo suo sguardo! Mi piace soprattutto che ci sia chi si prodiga a fare cose belle e, magari, a dedicarle a chi cose belle ha fatto. Come Giancarlo Siani.

  2. Complimenti Kiara, un bellissimo articolo e un interessante iniziativa coinvolgente nello spazio artistico del Tea(l)tro. Bravi come sempre, Francesco e tutti gli artisti dello Spazio-Baratto.

  3. Complimenti per l’iniziativa molto interessante e per l’articolo che è riuscito a stuzzicare la mia curiosità…corro subito in libreria 🙂 !

  4. Iniziativa lodevole, sicuramente riceverà la massima attenzione da parte degli alunni, terreno fertile per il seme della legalità, e poter vedere germogliare il fiore del cambiamento futuro, appunto! Bravi gli artisti di Spazio-Baratto, associazione Culturale dove ho trascorso un pomeriggio fantastico con Francesco Romengo, eccezionale nel declamare le mie poesie. Complimenti a Kiara Lo Faso per il bellissimo articolo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.