CronacaPrimo Piano

Palermo, al via piano riqualificazione mercati rionali

Il piano per la riqualificazione di tre mercati settimanali (in Viale Francia, Viale Campania e Piazzale Giotto) è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile dal sindaco Leoluca Orlando, dall’assessore Giovanna Marano, dal comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, il presidente della Rap Vincenzo Messina e la dirigente dell’assessorato Sviluppo economico Maria Mandalà.

Il piano, che è stato condiviso anche con rappresentanze di coloro che operano nei tre mercati rionali, ha l’obiettivo di andare incontro alle esigenze sia dei commercianti sia dei cittadini lì residenti. La Polizia Municipale impiegherà diciotto vigili per il controllo della pulizia del mercato e il contrasto all’abusivismo, mentre addetti della Rap forniranno fin dal mattino ai commercianti i sacchi per l’immondizia e creeranno delle aree per la raccolta differenziata dei rifiuti. L’assessorato guidato da Giovanna Marano provvederà invece a installare nei mercati dei bagni chimici.

“Palermo deve passare dall’essere città viva a città anche vivibile”, ha detto il sindaco Orlando, il quale ha poi insistito sulla necessità di “coniugare la sacrosanta attività economica con la vivibilità dei quartieri per i residenti”. Un forte richiamo è poi venuto dal sindaco ai dipendenti della Rap. “Se un mercato cessa la sua attività alle 14 – ha detto – gli addetti della Rap non possono intervenire alle 17, lasciando per ore l’immondizia per strada. L’intervento deve essere immediato. Coloro che si sono salvati dal fallimento – ha aggiungo con chiaro riferimento alla vicenda Amia – sappiano che si deve cambiare musica”.

Dopo i primi due mesi di applicazione del piano per i tre mercati, si farà un primo bilancio dell’iniziativa, che dovrebbe fornire elementi utili per il definitivo varo del regolamento da parte del Consiglio Comunale.

Clicca qui per vedere il servizio di ZeroNoveUno Tv.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.