Economia & Lavoro

Palermo, al via Edilizia cooperativa, sinonimo di tutela

Il Servizio Urbanistica del Comune ha pubblicato oggi un avviso rivolto alle cooperative edilizie ed imprese già destinatarie di finanziamento pubblico regionale interessate alla realizzazione di piani di edilizia convenzionata e sociale.

Le cooperative e le imprese interessate, dovranno dimostrare di voler utilizzare il finanziamento pubblico in aree del centro storico nonché nelle zone nelle quali insistono edifici già realizzati dismessi da almeno tre anni dalla data del 14/11/2012, ovvero su edifici industriali con le stesse caratteristiche ricadenti nelle altre zone territoriali omogenee indicate nell’avviso.
Gli edifici devono essere stati realizzati prima del 1997.

“Questo avviso – spiega l’Assessore Tullio Giuffrè – è il frutto del lavoro avviato dalla Giunta e condiviso dal Consiglio Comunale che unisce ed integra fra loro tre importanti obietti: elaborare un piano per l’edilizia sociale non condizionata dalla proprietà, favorire il recupero dell’edilizia esistente fortemente degradata sia nel centro storico che in aree ex industriali oggi abbandonate, favorire la ripresa del mercato del lavoro legato all’edilizia, oggi in fortissima crisi.”

“Questo provvedimento – afferma il Sindaco Leoluca Orlando – è una perfetta sintesi della filosofia ispiratrice dell’Amministrazione comunale: unire interventi di emergenza e progetto. Grazie al lavoro svolto dagli uffici del polo tecnico e del centro storico infatti, stiamo programmando una risposta strutturale al problema della casa e stiamo anche rimettendo in moto un importantissimo settore della nostra economia. Questa volta però c’è una grande bellissima novità rispetto al passato: nuova edilizia non è sinonimo di aggressione al territorio e all’ambiente ma è anzi sinonimo di tutela del patrimonio e di politiche sociali.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.