Esteri

Pakistan, avvocato tira scarpa a Musharraf

Foto internet

L’ex presidente pakistano Pervez Musharraf, dopo le dimissioni del 2008, domenica scorsa dopo quattro anni e mezzo di esilio volontario diviso tra Londra e Dubai rientra in Pakistan, per candidarsi alle prossime elezioni parlamentari con il suo partito All Pakistan Muslim League.

Pendenti, sull’ex presidente, diversi capi di imputazione: abuso di potere,  oltraggio alla magistratura ,  l’omicidio nel 2007 dell’ex premier Benazir Bhutto, all’epoca sua principale avversario, e l’assassinio nel 2006 di Akbar Bugti, allora leader dei ribelli secessionisti nella provincia sud-occidentale del Belucistan.

Ad attenderlo all ‘udienza a Karachi davanti ai giudici dell’Alta Corte Provinciale del Sindh un gruppo di oppositori e una ventina di avvocati che al suo ingresso in aula hanno protestato: “E’ un dittatore, dev’essere impiccato!”. Tra le urla, uno di loro gli ha lanciato una scarpa, simbolo di forte disprezzo nel mondo islamico, mancando però il bersaglio. A quel punto sono intervenuti alcuni agenti in borghese, che hanno portato via a forza il  lanciatore.

Musharraf ottiene  la proroga della libertà provvisoria che gli era stata accordata dietro cauzione prima del rimpatrio.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.