CronacaPrimo Piano

Ospedale di Acireale: tentata rapina con sequestro

FIALS Catania è solidale con le vittime del crimine e vicina all’utenza

(di redazione) È avvenuto giovedì scorso, ma la notizia è emersa oggi: una banda di quattro malviventi incappucciati, dopo aver sequestrato e malmenato i due addetti all’ufficio ticket dell’Ospedale di Acireale, ottenuta così la combinazione della cassaforte, hanno tentato di accedere al contenuto della stessa, ammontante a circa ventimila euro.

Un errore di uno dei rapinatori nell’inserimento avrebbe fatto scattare il sistema antirapina della cassaforte, con il furgone della banda conseguentemente datosi alla fuga, abbandonando i due impiegati sequestrati in zona Lavinaio.

La FIALS Catania, tramite il proprio Segretario Provinciale, Agata Consoli, si è prontamente messa in contatto con i vertici dell’ASP, significando la propria solidarietà, a partire dalle due vittime dell’ignobile atto.

Preso atto dell’intenzione dell’azienda, a tutela di lavoratori ed utenza, di procedere con provvedimenti di rafforzamento delle misure e delle infrastrutture di sorveglianza e sicurezza in tutte le proprie strutture che prevedono a riscossione del ticket, la FIALS è vicina all’utenza in un momento di comprensibile caos, invitando alla calma e ad un atteggiamento collaborativo, in previsione di un ritorno alla normalità che possa essere quanto più possibile celere e completo.

Non si può, al contempo, sorvolare sulle problematiche che da tempo hanno interessato i vertici del nosocomio acese: a tal proposito Agata Consoli ha sottolineato come tali difficoltà di organizzazione interna e distribuzione del personale debbano essere risolte il più speditamente possibile, a tutela della salute collettiva come anche della sicurezza, in primis di quanti in quell’ospedale prestano la propria opera professionale e lavorativa.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.