Cinema-Teatro-Musica

Open Standard, il nuovo disco dell’OJS Band guidata da Mimmo Cafiero

La copertina del disco (foto da facebook)

Registrato lo scorso dicembre presso la Lab Studio Music Recording dei fratelli Zarcone, è uscito il disco “Open Standards frutto del lavoro portato avanti dalla scuola di musica di insieme diretta da Mimmo Cafiero, l’Open Jazz Club. La sede dell’associazione è ubicata in via Nuova 60 a Palermo.

Tredici standards jazz suonati dalla OJS Band che omaggia i più grandi jazzisti della storia, da Miles Davis a Duke Ellington, da Jobim a Thelonious Monk.

I musicisti, giovani e meno giovani,  hanno permesso l’uscita dell’album cimentandosi in arrangiamenti curati interamente dal ‘deus ex machina‘ Mimmo Cafiero che ‘riserva per se, quasi in punta di piedi, soltanto l’ultima traccia’ (dalla prefazione di Gigi Razete all’interno del disco).

Splendida l’esecuzione finale di “Bye, bye blackbird” in cui Cafiero suona ‘contemporaneamente’ pianoforte, contrabbasso e batteria (il suo strumento) ricorrendo alla tecnica della sovraincisione in studio.

“Vorrei ricordare ai musicisti che la musica è linguaggio, il nostro linguaggio: utilizziamolo per comunicare. Jazz e improvvisazione. Riuscire ad essere spettatori di se stessi.” ricorda Cafiero che continua “Il ritmo è il cuore della vita, non c’è vita senza ritmo. Il ritmo non si può dominare, non si può andare contro natura.”

Ecco l’elenco dei musicisti impegnati nella registrazione dei brani: Alessandra Mirabella (voce), Vittorio Villa (armonica), Carla Restivo (sax soprano), Pasquale Di Lorenzo (flauto & sax alto), Nicola Caminiti (sax alto), Salvatore Castellano, Marco Marotta, Jossy Botte (sax tenore), Luigi Lupo, Benny Galeazzo, Paolo Arista (chitarra elettrica), Enrico Costanza, Roberto Mezzatesta, Sirio Di Blasi, Fabio Nicosia, Domenico Collica, Joe Costantino (pianoforte), Gianluca Vassallo, Stefano India, Gaetano Messina (basso elettrico), Federico Gueci (contrabbasso), Fausto Riccobono, Antonino Anastasi, Gianni Basile, Angelo Lamantia, Giovanni Velez (batteria), Daniela D’Amico (batteria e percussioni), Giusy Nicosia (percussioni), Mimmo Cafiero (piano, contrabbasso, batteria).

 

Open Standards

1) Nardis (M.Davis) 5.59

2) If I should lose you (R. Rainger) 5.07

3) Softly as in a morning sunrise (Romberg – Hammerstein II) 6.16

4) Days of wine and roses (Mancini) 5.42

5) Four (M.Davis) 5.08

6) Autumn leaves (J. Kosma) 5.09

7) Fotografia (Jobim) 4.32

8) Caravan (D. Ellington) 8.06

9) The nearness of you (H. Carmichael) 6.03

10) Tune up (M. Davis) 4.54

11) Don’t get around much anymore  (D. Ellington) 3.41

12) ‘Round Midnight (T. Monk) 4.31

13) Bye, bye blackbird (R. Henderson) 3.52

 

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.