CronacaPrimo Piano

Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina e Cosima

Sabrina Misseri e Cosima Serrano. Foto Internet

La Corte di Assise di Taranto ha condannato all’ergastolo Cosima Serrano e Sabrina Misseri per l’omicidio di Sarah Scazzi. La decisione è arrivata dopo 4 giorni di camera di Consiglio.

La Corte di Assise di Taranto ha disposto anche l’isolamento diurno di 6 mesi in carcere per le due donne e condannato a 8 anni di reclusione Michele Misseri, lo zio di Sarah.

Il pubblico presente in aula ha applaudito alla notizia della condanna all’ergastolo di Sabrina e Cosima. Alla lettura della sentenza Sabrina è scoppiata in lacrime, mentre Cosima è rimasta impassibile.

Concetta Serrano uscendo dall’aula ha ringraziato i suoi avvocati, la procura e i giudici e ha aggiunto:«Chi uccide merita questo»

La Corte di assise ha condannato anche a sei anni di reclusione ciascuno per concorso in soppressione di cadavere Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri. Due anni di reclusione sono stati inflitti all’ex difensore di Sabrina, Vito Russo, per intralcio alla giustizia. Per i tre favoreggiatori, la corte ha inflitto un anno di reclusione ciascuno ad Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano e un anno e 4 mesi a Giuseppe Nigro, con pena sospesa.

«Questa sentenza verrà ribaltata totalmente», ha dichiarato a caldo l’avvocato Franco De Jaco, uno dei legali di Cosima – la Corte si è presa cinque giorni per ribadire le stesse cose che avevano detto i pubblici ministeri».

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.