Primo Piano

Nvidia presenta Project Shield, nuova console portatile

Foto internet

Si è da poco concluso l’International CES di Las Vegas 2013, fiera dell’elettronica di consumo che si tiene ogni anno nella città del Nevada.

Tra le tante novità proposte in ambito elettronico e informatico, quella che ha sicuramente attirato l’attenzione su di sé, soprattutto nel mondo videoludico, è stata la Nvidia Corporation.

La nota azienda produttrice di processori grafici e componenti multimediali ha infatti deciso di entrare nel mercato dei videogames, fino ad oggi monopolizzato dai soliti noti Microsoft, Sony e Nintendo. Ma non solo. Per farlo ha scelto la porta principale, sorprendendo gli addetti ai lavori, la concorrenza e i videogiocatori di tutto il mondo con una console portatile, fino ad oggi conosciuta come “Project Shield”.

Project Shield, un dispositivo dotato di un display multitouch da 5 pollici e sistema operativo Android 4.2, equipaggerà il nuovissimo chipset Nvidia Tegra 4, il quale unisce un processore quad-core Cortex A-15 ad una scheda grafica GPU Ge-force a 72 Core. In soldoni si tratta di una bomba, che ha stupito tutti durante le sessioni di demo live e che rischia di mettere in serio pericolo il monopolio di Nintendo e Sony nel mercato delle console portatili.

Certo, tutto dipende anche dal prezzo che avrà il nuovo gioiello di Nvidia. Diversi indizi fanno comunque pensare che questo non sarà basso: se da un lato Sony e Nintendo, come del resto Microsoft se ampliamo il discorso alle console da casa, partono dal presupposto che il prodotto appena lanciato debba essere venduto in perdita, in modo da ridurre il costo finale e recuperare successivamente con la vendita di software, Tony Tamasi, sul blog di Nvidia, si è affrettato a dichiarare che Project Shield non sarà venduta in perdita. Questo lascia presupporre un costo elevato, che potrebbe gravare sulle percentuali di vendita della console.

Non ci resta che attendere l’uscita, prevista per Giugno 2013 e verificare quale sarà la risposta del mercato nei confronti di questa che è sicuramente una console innovativa, ma che si trova davanti il compito, tutt’altro che semplice, di rimpiazzare le attuali 3DS e PSVita, o quantomeno esserne una valida alternativa. Ai videogiocatori l’ardua sentenza.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.