CronacaPrimo Piano

Nuovo sequestro ai danni di Giambruno, capo veterinari Asp Palermo

L’ennesimo sequestro milionario ai danni del veterinario capo della Asp di Palermo, nonché presidente dell’ordine dei medici veterinari Giambruno.  Il sequestro odierno si aggiunge a quelli eseguiti circa un mese fa quando la Digos sequestrò la Penta Engeneering immobiliare nel cui capitale sociale figura anche il carinese Salvatore Cataldo, attualmente in carcere perché accusato di reati di mafia e le aziende Unomar srl e marina di Cinisi srl.

La Digos ha sequestrato tre imbarcazioni della serie Aicon per un valore complessivo di 700 mila euro circa presso i cantieri nautici di Termini Imerese nel Palermitano e di Milazzo nel Messinese. Sotto sequestro anche l’azienda a cui appartengono, la Nautimed srl, il suo capitale sociale di circa 116 mila euro ed i conti correnti nei quali sono stati trovati depositivi per decine di migliaia di euro.

Si annuncia l.unga e difficile la battaglia legale su queste vicende. In tutte le aziende, come anche in quelle sequestrate oggi, risultano quote societarie di famigliari di Giambruno.

L’inchiesta è quella sui presunti controlli irregolari sulle carni che avrebbe portato a vantaggi economici per gli indagati che però hanno risposto alle accuse qualche giorno dopo i sequestri con una dura conferenza stampa respingendo ogni ipotesi accusatoria.

Cristina Monti

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.