CronacaPrimo Piano

Non si ferma il vandalismo contro il Centro di don Pino Puglisi

don Pino Puglisi

Al centro d’accoglienza Padre Nostro di Brancaccio continuano i raid vandalici. Stamattina gli operai che lavorano per la messa a punto della pavimentazione del campo di calcetto “3P” di via Salvatore Cappello 6, hanno trovato, sparse in tutto il campo, una quantità significativa di bottiglie di vetro rotte, che indubbiamente costituiscono elemento di disagio e pericolo.

I “soliti ignoti”, inoltre, nella notte, hanno rubato il contatore dell’Enel dello stesso campetto che verrà inaugurato il 10 settembre 2012 durante le manifestazioni in ricordo dell’omicidio di stampo mafioso del Beato Padre Pino Puglisi. Alcuni giorni fa era stata scassinata la persiana del bagno del Centro Polivalente Sportivo.

Il presidente del centro, Maurizio Artale, già ascoltato di recente dal Moderatore.it, ha affermato: “A questo punto si tratta di una sfida aperta di quattro ragazzetti contro lo Stato. Le prossime dichiarazioni le intitoleremo come bollettini di guerra“.

Artale è esasperato, si sente abbandonato dalle istituzioni.

Alessandro Marsala

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

  1. Bastardissimi. Concorso con Valerio. I ragazzetti sono quelli che mettono le bottiglie di vetro rotte. Ma chi li manda lì? Quelli sono il problema.

  2. Se fossi in Artale non limiterei l’episodio a quattro ragazzetti….sì, saranno loro gli esecutori…ma i mandanti?

  3. Sono dei delinquenti!! Ragazzi di strada senza obiettivi nella vita, dentro di loro… il Vuoto più assoluto!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.