PoliticaPrimo Piano

Nomine della Regione Sicilia. “Basta giochetti per far passare qualsiasi nome”

Palazzo dei Normanni, foto internet

La I Commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana presieduta dall’on.le Forzese ha approvato oggi, con un voto che ha visto insieme maggioranza e opposizione, un emendamento interamente sostitutivo della proposta di legge n. 127 in materia di nomine da parte del Governo regionale.

L’emendamento, proposto dall’on.le Vincenzo Figuccia del Partito dei Siciliani MPA e dai rappresentanti del M5S (Salvatore Siragusa, Francesco Cappello e Sergio Tancredi) introduce alcune importanti novità sul controllo che le Commissioni potranno esercitare sulle nomine del Governo:
– i tempi di controllo da parte delle Commissioni vengono portati da 15 a 30 giorni;
– in caso di ricorso all’urgenza il Governo dovrà appositamente motivare tale procedura spiegando le ragioni dell’eccezionalità;
– le nomine potranno essere bocciate dalle Commissione con il voto della maggioranza semplice (e non più con la maggioranza dei due terzi)
– i termini per la discussione delle nomine saranno sospesi nel caso di imminenza di campagne elettorali e per tutta la durata delle stesse.

“Abbiamo voluto introdurre alcune norme che possono sembrare ovvie ma che invece sono indispensabili per arginare i continui giochetti del Governatore Crocetta – spiega Figuccia, che aggiunge – da quando si è insediato, il Presidente della Regione una volta con la scusa dell’urgenza, una volta con la coincidenza delle campagne elettorali e una volta per oggettivi tempi lunghi delle Commissioni, di fatto non ha mai adempiuto all’obbligo del confronto con l’ARS sulle nomine.”

“Speriamo – prosegue il parlamentare del PdS – che dietro questo comportamento ci sia “soltanto” una scarsa conoscenza delle regole parlamentari ed uno scarso senso di rispetto istituzionale, che sarebbe per altro già molto grave. Ancor più grave sarebbe però se dietro questi comportamenti del Governatore ci fosse proprio la volontà di evitare un confronto sulle nomine e sottoporre le stesse a basiliari criteri di trasparenza.”

Infine un invito al Presidente dell’Assemblea e alla Conferenza dei Capigruppo “che, visto quanto avvenuto in questi primi mesi della Legislatura– afferma Figuccia – dovrebbero dare massima priorità alla discussione d’Aula di questo piccolo ma importante disegno di legge.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.