PoliticaPrimo Piano

Nobel per la pace all’UE, Libia e Lampedusa ringraziano

Foto da Internet

L’Unione Europea si aggiudica il Premio Nobel per la pace. È la televisione norvegese NRK ad annunciarlo poco prima della notizia ufficiale data ad Oslo dal presidente del comitato norvegese del Nobel, Thorbjoern Jagland. “Il più importante risultato dell’Ue è l’impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani. Il ruolo di stabilità giocato dall’Unione ha aiutato a trasformare la gran parte d’Europa da un continente di guerra a un continente di pace.”

Il 10 dicembre sarà Martin Schulz, attuale presidente del Parlamento Europeo, a ritirare il premio in Svezia, Paese natale del fondatore Alfred Nobel, morto proprio il 10 dicembre a Sanremo. “Sono profondamente commosso e onorato: il premio è una vera e propria sorpresa perché cade in una delle fasi più critiche dell’Unione, messa a dura prova dalla crisi economica. ” esordisce il tedesco, a cui fa eco Barroso, Presidente della Commissione UE. “Riconosciuti i giusti meriti dell’U.E., è qualcosa di molto prezioso per il bene degli europei e del mondo”.

La motivazione di tale assegnazione è data da un comunicato secondo il quale all’ U.E. andrebbe il merito di aver “trasformato la gran parte d’Europa da un continente di guerra a un continente di pace”.

Qui il testo integrale del comunicato: “Oggi una guerra tra Germania e Francia sarebbe impensabile, ciò dimostra che con la reciproca fiducia nemici storici possono diventare partner. La Caduta del Muro ha reso possibile l’ingresso dei Paesi dell’Europa centrale e orientale così come la riconciliazione nei Balcani e il possibile ingresso della Turchia rappresentano un passo verso la democrazia. Il più importante risultato dell’ Ue è l’impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani.”

Una voce fuori dal coro (interessato) è rappresentata dal premier norvegese Jens Stoltenberg: “E’ possibile congratularsi con l’Ue per il premio e riconoscerne il ruolo per la pace separatamente dalla questione delle relazioni tra Bruxelles e la Norvegia. Ma la nostra adesione non è in agenda; la Norvegia resterà fuori dall’Unione Europea.”

Dopo l’investitura di Carter ed Obama il Nobel per la pace viene assegnato ancora una volta non senza polemica. Saranno contenti sia i clandestini di Lampedusa, al margine degli interessi europei, sia gli abitanti libici attaccati dalle bombe francesi.

 

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. complimenti Lampedusa ringrazia, quando era strapiena di ragazzi (nor africani 12 mila) per 55 giorni a dormire fuori e si faceva in quattro per assistenza da sola.
    e la Francia e Germania chiudevano le frontiere , vengono premiate per un importante risultato dell’ Ue è l’impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani.”la giuria
    secondo me in quel periodo non accendeva la tv

    noi non lo vogliamo il premio nobel , magari poi ci sentiamo appagati.
    meglio cosi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.