CulturaPrimo Piano

“Nel nome di Giordano Bruno, laicità e diritti”, convegno lunedì 17 febbraio

Anche quest’anno l’ Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno” in collaborazione con Roma Capitale ricorderà il 17 febbraio pomeriggio a Campo dei Fiori a Roma, il grande filosofo di Nola con il convegno “Nel nome di Giordano Bruno, laicità e diritti”.

Giordano Bruno venne ucciso brutalmente, perché non voleva conformarsi, sottomettersi a Verità presupposte ed assolute. Eretico, pertinace, impenitente. Questa la condanna emessa dal tribunale della Santa Inquisizione, presieduto personalmente dal papa. Ma eresia vuol dire scelta! E per questo siamo e vogliamo essere eretici, perché come Bruno abbiamo il “vizio” di pensare e siamo consapevoli che solo nella conquista dell’emancipazione umana dalla soggezione mentale ed economica possiamo aspirare ad una società di liberi e uguali.

Né dogmi, né padroni è il motto dei Liberi Pensatori in tutto il mondo. Ed è impegno etico-politico-sociale per la realizzazione della civile convivenza democratica. Contro la prepotenza di chi pretenderebbe di fare dello Stato democratico il suo regno. E per questo si sente al di sopra della legge… dell’uguaglianza di fronte alla legge. Contro la sfrontatezza degli analfabeti della democrazia, che la democrazia bloccano perché del Palazzo vogliono continuare a tenere le chiavi; o perché la scalata al Palazzo dei privilegi tentano ricreando nel paese scenari da boia-chi-molla.
Contro tutto questo il pensiero di Giordano Bruno è ancora oggi un insuperabile monito per l’affermazione della dignità umana il cui baluardo è la Costituzione nata dall’antifascismo. La Costituzione contro la cui manomissione ci battiamo e che vogliamo sia applicata a partire da quel suo principio supremo che è la laicità dello Stato.

Niente è più ambizioso della laicità perché significa rispetto umano. Dove quell’umano non è il clone di un modello stereotipato, “sacralizzato”, in cui si pretende di incasellarci in deliri sessisti e razzisti di chi ci vuole riportare in una condizione da medioevo: fratelli nella soggezione, nello “stato asisnino” come già Bruno denunciava… Di tutto questo parleremo il 17 febbraio prossimo sotto la statua di Giordano Bruno a partire dalle 16.45.

Un convegno a cielo aperto, che col patrocinio del Sindaco di Roma Ignazio Marino e del Centro internazionale di studi bruniani Giovanni Aquilecchia, dopo la cerimonia di deposizione delle corone d’alloro con la partecipazione della banda musicale di Roma Capitale e gli interventi istituzionali e il saluto di Bruno Segre (presidente onorario della Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”) continuerà con le relazioni di Maria Mantello – Liberi dalla soggezione; Franco Ferrarotti – L’idea di scienza in Giordano Bruno e prospettive culturali; Gianni Ferrara – La Costituzione repubblicana e la rivoluzione dei diritti; Alessandro Cecchi Paone – Diritti umani, una questione di civile convivenza democratica. Partecipazione artistica del Centro studi Enrico Maria Salerno. Presenta la scrittrice Antonella Cristofaro.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. L’Italia non è uno stato laico ma confessionale.
    La confessionalità è iniziata con il recepimento nella Costituzione dei “Patti lateranensi”.
    Le esenzioni dal pagamento di imposte e tasse di immobili, la retribuzione degli insegnanti di religione, il finanziamento alle scuole cattoliche, gli spazi occupati dal Vaticano e dalla Chiesa cattolica nelle reti RAI, hanno fatto il resto.
    Giancarlo Falconi da “Come recuperare la nostra Nazione…..”, pubblicato, on line, da “Ilmiolibro.it”.

  2. L’Italia non è uno stato laico ma confessionale.
    La confessionaliità è iniziata con il recepimento nella Costituzione dei “Patti lateranensi”.
    Le esenzioni dal pagamento di imposte e tasse di immobili, la retribuzione degli insegnanti di religione, il finanziamento alle scuole cattoliche, gli spazi occupati dal Vaticano e dalla Chiesa cattolica nelle reti RAI, hanno fatto il resto.
    Giancarlo Falconi da “Come recuperare la nostra Nazione…..”, pubblicato, on line, da “Ilmiolibro.it”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.