Sport

NBA, Jason Collins fa coming out: “Sono gay”

Foto internet

Le pagine del periodico sportivo statunitense Sport Illustrated annota oggi tra le sue pagine una dichiarazione di Jason Collins, cestista professionista nella NBA che gioca con i Washington Wizards, che si può riassumere in queste poche parole: “Ho 34 anni, sono un centro Nba. Sono nero. E sono gay“. La notizia è che è Jason è il primo giocatore NBA in attività a fare coming out.

“Sono felice che se ne parli – ha spiegato -. Non ho scelto io di essere il primo atleta gay a giocare in uno degli sport più importanti negli Usa“. Quello che ci si chiede è: come mai la confessione è stata fatta proprio ora? Jason risponde di averci pensato un bel po’; il primo “lume” di dichiararsi si è acceso durante il lockout del 2011, ossia il periodo di fine stagione e di preparazione a quella successiva. Ha continuato ad allenarsi per farsi trovare pronto, ma questo pensiero lo aveva un po’ deconcentrato.

La prima persona con cui si è confidato è stato un familiare, per l’esattezza sua zia Teri, che lo ha tranquillizzato e gli ha consigliato di accettare serenamente la sua scelta. Anche i suoi compagni e gli allenatori avuti in passato erano a conoscenza della situazione.

“Da giovane sono uscito con alcune ragazze e pensavo di farmi una famiglia.–continua Collins -. Continuavo a dirmi che il cielo era rosso, ma lo sapevo che era blu…Ho capito di aver bisogno di fare coming out quando il mio vecchio compagno di stanza a Stanford mi ha detto di aver sfilato al Gay Pride del 2012 di Boston. Gli attentati alla Maratona di Boston mi hanno poi fatto prendere la decisione. Le cose possono cambiare in un istante, quindi perché vivere mentendo?Nessuno vuol vivere nella paura e io ho sempre avuto paura di dire la cosa sbagliata”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.