Primo Piano

Natale 2012, piccoli accorgimenti per salvarsi dal “post abbuffata”

Abbuffata di Natale, foto internet

Poche settimane ci dividono dal Natale e dalle sue tavole imbandite. Sì, perché se è vero che a Natale si è tutti un po’ più buoni, la bontà ha inizio da quanto servito al pranzo più importante e lungo dell’anno: dall’antipasto al dolce, esso merita infatti un posto di tutto rispetto tra le abbuffate consumate nel corso dell’anno.

Attenzione però: il pranzo di Natale e con esso tutti i pasti, tanto abbondanti da poter essere classificati come “abbuffate”, non fanno bene al nostro organismo.

Un recente sondaggio ha rilevato infatti che su mille italiani, con età compresa tra i 15 e i 64 anni, il 23% soffre di disturbi gastrointestinali conseguentemente alle abbuffate del periodo natalizio. Nemico della digestione non è in questo caso soltanto il volume eccessivo di cibo, tra numero di portate e porzioni abbondanti, ma anche il veloce ritmo nell’assunzione del cibo, l’abitudine al fumo durante il pasto e la sedentarietà.

Alcuni accorgimenti possono salvare dai problemi di cattiva digestione: è consigliato innanzitutto di staccare la spina tra una portata e l’altra, dando tregua alla propria mandibola e prendendosi il giusto tempi per non ingozzarsi. Mangiare lentamente, masticando bene, aiuta a non appesantire troppo il lavoro svolto dall’intestino. Una volta terminato il pranzo, si consiglia poi di fare una lunga passeggiata, di almeno trenta minuti; va smentita invece l’idea che a fine pasto alcolici, caffè e fumo aiutino a digerire meglio.

Cosa fare nei giorni successivi alle grandi abbuffate? Ritornate alla vostra dieta alimentare quotidiana, facendo attenzione a non esagerare con sughi, fritture, panna, intingoli, spezie e cibi piccanti. Se si dovesse stare male ugualmente, ricorrete ai farmaci da automedicazione, acquistabili senza ricetta medica. In alternativa, c’è chi preferisce gli antichi rimedi della nonna, come la miracolosa acqua con foglie di alloro e scorza di limone. Insomma, piccoli accorgimenti eviteranno di trasformare le vacanze natalizie nel periodo più brutto dell’anno, per voi e per il vostro povero stomaco…

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.