EnogastronomiaPrimo Piano

La cucina di Valentina: Natale all’insegna del Christmas pudding

Pudding, dolce natalizio

Il Natale sta arrivando e con sé porterà non solo tanta atmosfera, decorazioni e regali, ma anche tanti dolci. L’Italia, lo sappiamo tutti, è la patria della cucina e in particolare il sud Italia è ricco di tante ricette golosissime, ma non dobbiamo sottovalutare neppure la cucina estera che spesso può stupirci con ricette davvero gustose, particolari e facilissime da realizzare in casa.

In Inghilterra ad esempio a Natale si è soliti preparare il Christmas pudding, questo dolce è una specie di budino fatto con farina, sugna, frutta secca e spezie. Le ricette sono davvero moltissime e ogni famiglia ovviamente ha la sua che si tramanda di generazione in generazione.

La storia di questo dolce è molto particolare, in Inghilterra si inizia a prepararlo addirittura a novembre, all’inizio dell’Avvento, e poi si conserva per la sera del 25 dicembre. Le famiglie inglesi più tradizionaliste preparano questo dolce la venticinquesima domenica dopo la Trinità, usando tredici ingredienti, per rappresentare Cristo e i discepoli, e si dice che ogni membro della famiglia dovrebbe mescolarlo con un mestolo di legno, girando da est a ovest in onore dei Re Magi. Quando il composto è pronto, è tradizione che al suo interno la famiglia metta delle monetine avvolte nella carta d’alluminio, che porteranno fortuna a chi le troverà il giorno di Natale. C’è anche chi preferisce inserire un anello, premonitore di matrimonio entro un anno, oppure bottoni come segnale di nubilanza.

Se anche voi volete provare a fare questo dolce in casa, avrete bisogno di: 700 gr di uva sultanina, 2 mele renette, 50 gr di mandorle sgusciate, 220 gr di farina bianca, 430 gr di zucchero di canna, 200 gr di frutta candita tagliata a cubetti, 200 gr di pangrattato, 200 gr di margarina, 50 gr di strutto, 6 uova, 150 ml di birra scura o rossa, 1 pizzico di noce moscata, 1 pizzico di sale, 5 gr di zenzero in polvere, 1 pizzico di cannella oppure coriandolo o chiodi di garofano, Brandy. Questa ricetta è di una mia amica inglese e serve più o meno per realizzare tre pudding per circa sei persone. Cominciate la preparazione setacciando la farina in una ciotola e unendo ad essa l’uvetta sultanina, i canditi a dadini, il sale e lo zucchero.

A questo punto aggiungete la margarina, lo strutto, le uova sbattute, la birra e un mezzo bicchiere di Brandy. Mescolate il tutto fino a quando il composto non sarà omogeneo, poi coprite con un telo e lasciate riposare per una notte intera. La mattina intingete gli stampini da budino con il burro, versate il composto cercando di livellarlo, copritelo con la carta da forno, fermate il tutto con lo spago in maniera che diventi un vero pacchetto e per finire mettete i pudding in una pentola, aggiungendo dell’acqua calda in modo che ricopra la forma per 1/3. Coprite col coperchio, fate cuocere a fiamma bassa per circa 6 ore non dimenticando di aggiungere sempre l’acqua calda che andrà evaporando.

Finita la cottura lasciate raffreddare i dolci, togliete la carta da forno bagnata, sostituitela con dell’altra nuova e conservate il pudding in un luogo asciutto. La sera di Natale scaldate il dolce nella pentola d’acqua, così come avete fatto per cuocerlo, capovolgetelo su un piatto da portata e infine versateci sopra un bicchiere di Brandy, preventivamente scaldato. Ovviamente potrete apportare al dolce anche qualche cambiamento, ad esempio servirlo con lo zucchero a velo, la panna o semplicemente flambé.

E ovviamente dopo le feste, dieta!

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.