Cultura

Nasce in un bene confiscato “Scuola Internazionale di Cucina del Mediterraneo”

Nasce presso il bene confiscato alla mafia “Cambio Rotta”, ad Altavilla Milicia, la “Scuola Internazionale di Cucina del Mediterraneo”.

Un progetto di dialogo interculturale che usa come strumento di comunicazione il cibo. A partire da questa estate e per i prossimi ventiquattro mesi saranno presenti cuochi provenienti da diverse regioni del Mediterraneo, che si alterneranno in stage di cucina rivolti al pubblico e ad operatori professionali. Le metodologie utilizzate durante i corsi si basano sul pensiero creativo e sulla maieutica reciproca. La sperimentazione vedrà coinvolti diversi partner, tra cui il Centro per lo Sviluppo Creativo “Danilo Dolci”.

Il progetto è finanziato dalla Fondazione con il Sud e buona parte delle risorse saranno utilizzate per ristrutturare i locali della splendida villa che si affaccia su uno degli scorci più suggestivi della costa siciliana.

In poco meno di due anni il Centro “Cambio Rotta” è diventato una best practice nella gestione dei beni confiscati alla mafia. Il Centro, infatti, rappresenta uno dei principali luoghi di animazione sociale e culturale del territorio e dà lavoro a più di dieci persone.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.