CulturaPrimo Piano

Nasce a Palermo “Dudi”, spazio culturale dedicato ai bambini

Un luogo creativo nel centro di Palermo, che nasce dal desiderio di dar vita ad uno spazio dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, dove poter leggere e giocare insieme ai propri genitori o in compagnia di altri bambini. È questo “Dudi”, il nuovo spazio culturale per l’infanzia, nato da un’idea di Maria Romana Tetamo, che sarà inaugurato venerdì 29 novembre, alle 17,30, in via Quintino Sella 71 (traversa via Libertà, zona Politeama), a Palermo.

In occasione dell’inaugurazione, alle 18, la Compagnia marionettistica popolare siciliana metterà in scena in anteprima nazionale “Sulle ali della tradizione”, le fiabe “Colapisci” e “La bella dai capelli d’oro” di Giuseppe Pitrè, trasposte con il teatro dell’Opera dei pupi. Con Angelo Sicilia e Mari Albanese e con le musiche dal vivo del cantastorie di Bagheria Paolo Zarcone. Ingresso libero.

Dudi è un progetto di Maria Romana Tetamo, che, dopo quattro anni di esperienza nell’ambito dell’educazione all’arte all’interno dei musei, recupera la propria  passione per l’educazione all’arte, coniugandola a quella degli albi illustrati e agli insegnamenti del suo maestro e fonte di ispirazione, Bruno Munari.

Dudi è soprattutto una libreria indipendente per bambini da 0 a 10 anni, ma non solo: al suo interno si terranno laboratori, attività creative e culturali e saranno messi in scena brevi spettacoli di narrazione fiabesca e popolare.

Dudi vuole diventare punto di riferimento non soltanto per le famiglie, ma anche per tutte quelle realtà che già operano sul territorio, occupandosi di infanzia e di cultura.  Lo scopo, in pratica, è quello di creare una rete sinergica che incentivi l’attenzione sulle attività ludico-culturali dei più piccoli.

“L’idea di dar vita a uno spazio per l’infanzia a Palermo – sottolinea Maria Romana Tetamo – nasce come esigenza personale e come  sfida: cercare di creare in città un luogo accogliente per i bambini, aperto tutta la settimana con un programma di attività variegato. Un luogo in cui si possa giocare e leggere, ma anche scoprire la nostra cultura, proprio a partire dai bambini”.   

Il primo laboratorio gratuito è in programma sabato 30 novembre alle 16,30: “La creazione in blu e rosso”, laboratorio pratico creativo condotto dall’artista Francesco Lauretta (in mostra alla GAM dal 6 dicembre con la personale Esercizi di equilibrio). Letture ad alta voce e laboratori per bambini sono in programma per tutto il mese di dicembre. Per info: +39 3336330044 – info@libreriadudi.com

“COLAPISCI” E “LA BELLA DAI CAPELLI D’ORO”

Lo spettacolo è la trasposizione col teatro dei pupi di alcuni racconti della tradizione orale siciliana raccolti dal Pitrè alla fine dell’800. I protagonisti sono personaggi tratti dalle storie della tradizione popolare e dell’opera dei pupi (Nofriu e Virticchiu). Si svolgerà in due atti:

–          I Atto: Colapisci

È una delle più note e straordinarie storie popolari siciliane: è la storia del giovane Cola di Messina che nuotava con i pesci e di come il Re Ruggero il normanno abbia voluto conoscerlo per vederne raggiungere le profondità del mare, fin quando Colapisci non torna più a galla perché si sacrifica per il bene della Sicilia sostituendosi ad una delle colonne che regge l’isola.

–          II Atto: La bella dai capelli d’oro.

Storia popolare tra le più conosciute nell’isola. Protagonista è Peppi, giovane e valoroso siciliano dell’entroterra, che decide di andar via di casa per trovare la leggendaria bella dai capelli d’oro e farne sua moglie. Inizia così il percorso del giovane tra peripezie incontri fantastici di fate, vecchi saggi e duelli con cavalieri e draghi, fino al lieto fine.

L’IDEATRICE DI “DUDI”: MARIA ROMANA TETAMO

Maria Romana Tetamo è una storica dell’arte. Laureata con una tesi specialistica in Didattica dell’Arte Contemporanea dal titolo, Educare all’Arte. I dipartimenti educativi nei musei d’arte contemporanea in Italia. Vive e lavora a Palermo, dove ha collaborato all’apertura e allo sviluppo del Settore Educazione di Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, nell’organizzazione di percorsi di avvicinamento all’arte rivolti a bambini di età comprese tra i 4 e i 10 anni. Appassionata di arte e di educazione, è particolarmente legata alla figura di Bruno Munari, alla cui poetica e metodo si ispira nella conduzione di laboratori pratico creativi.

Scrive fiabe e ha collaborato con la Galleria Francesco Pantaleone e con il BIMPA – Museo dei Bambini di Palermo. Recentemente, è stata assistant curator del Palermo City Pavilion (mostra, Palermo felicissima) alla 9° Biennale di Shanghai.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.