Primo PianoSport

Napoli troppo forte: il Palermo cede 2 a 0. Higuain devastante

Un Napoli forza 10 si scatena sul Palermo, con un Higuain straripante. Iachini sceglie di mandare in campo gli stessi undici che hanno pareggiato contro l’Inter. Dopo otto minuti, il Napoli sfiora per due volte la rete: prima con un colpo di testa di Higuain che viene respinto dal solito Sorrentino dopo con un tiro di Hamsik, terminato di poco fuori. E’ sempre il Pipita a creare pericoli alla porta rosa, al 20′ va vicino alla rete con un bel diagonale. Al 37′ Insigne con un bel diagonale impegna Sorrentino, il quale devia la palla sul palo. Ma a sei minuti dalla fine del primo tempo, Higuain trova un bellissimo gol con un tiro da fuori che si insacca alla destra di Sorrentino. Al 45′ è ancora l’argentino a sfiorare il raddoppio, ma questa volta trova la respinta del capitano rosanero. Primo tempo a senso unico.

La ripresa si apre ancora con il Napoli periocoloso: al 60′ Higuain prende il palo con un bel diagonale che aveva superato Sorrentino. Il Palermo non riesce a creare pericoli agli azzurri. L’unica nota lieta per Iachini è l’esordio di Brugman (entrato al posto di Maresca), autore di una buona partita. Al 73′ ancora un legno salva gli uomini di Iachini: Mertens, entrato al posto di Callejon, ubriaca con un dribbling Rispoli lasciando partire un destro che si stampa sul primo palo. Proprio il belga a dieciminuti dal termine la chiude: grande azione palla al piede sulla fascia sinistra, si accentra e calcia sul secondo palo, questa volta il super Sorrentino non può farci nulla. La partita si conclude così e alla fine il Palermo si può ritenere fortunato dato le numerose occasioni avute dagli uomini di Sarri. Adesso si deve pensare a preparare al meglio la sfida di lunedi sera  al Barbera contro l’Empoli, uno scontro salvezza da vincere.

INTERVISTE:

Iachini: “Oggi il Napoli ha meritato la vittoria. Noi siamo stati troppo rinunciatari, in alcune occasioni abbiamo sbagliato molto. Nella ripresa siamo stati migliori sotto un punto di vista tattico. Per riprendere la partita dovevamo almeno segnare un goal, ma invece non è stato così. Pensiamo già alla prossima partita contro l’Empoli in casa”. Dovevamo fare qualcosa di più e meglio nel momento in cui entravamo in possesso del pallone. Il Napoli sta vivendo un ottimo momento e ha grandi giocatori. Al di là di questo, noi dovevamo essere più bravi nella lettura dell’ultimo passaggio per creare ancor di più pericoli. Abbiamo provato con Quaison a creare fastidi nella zona destra del campo e sull’1-0 abbiamo avuto la possibilità di andare a chiudere l’azione, ma non siamo riusciti a mettere in condizione gli attaccanti e i centrocampisti di segnare”. Vazquez pronto per una grande squadra? Sì, ha qualità, ma può leggere in tanti aspetti, anche oggi ha sbagliato diverse volte l’ultimo passaggio ma è in grande crescita. Higuain? E’ tra i primi cinque attaccanti al mondo ed i nostri sono stati pure bravi oggi, accorciando spesso. Lui tira da qualsiasi posizione, ma tira negli angoli, non semplicemente in porta”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.