PoliticaPrimo Piano

Musumeci: “Zichichi non può fare l’assessore, il figlio è socio di Mercadante”

Zichichi. Foto Internet

Nonostante non abbia ancora avuto occasione di riunirsi, la Giunta Crocetta non cessa di finire sotto l’occhio del ciclone. Dopo la rinuncia della Basilico D’Amelio e il caso Valenti, adesso spunta un nuovo caso a infiammare le polemiche attorno al neonato governo regionale.  Questa volta è il turno del neo assessore alla Cultura, lo scienziato Antonio Zichichi, che è stato accusato da Nello Musumeci, direttamente su Facebook, di conflitto di interesse per una vicenda che riguarda il figlio Lorenzo.

“Zichichi non può fare l’assessore! – ha tuonato il leader de La Destra – Crocetta dovrebbe sostituirlo per evidente e intollerabile conflitto di interesse”.

Secondo quanto denunciato da Musumeci infatti, Lorenzo Zichichi, è titolare della casa editrice Il Cigno, socia con Nuove Muse di Gaetano Mercadante, l’uomo arrestato l’altro ieri per una grossa truffa ai danni dell’assessorato regionale ai Beni culturali. Secondo l’accusa, Mercadante si sarebbe macchiato del reato di peculato, avendo sottratto alla Regione ben 19 milioni di euro. In pratica l’imprenditore catanese si sarebbe appropriato dei proventi dei biglietti  di alcuni siti archeologici siciliani gestito dalle Ati di cui era legale rappresentante.

In quanto socio di Mercadante, Zichichi jr.  si trova perciò nella Ati che ha aperto cinque contenziosi con la Regione su altrettante gare per i servizi aggiuntivi al pubblico nei siti culturali siciliani,  non ancora definiti nel merito. “Sicché – ha proseguito Musumeci –  proprio l’assessore alla Cultura,  Zichichi padre,  dovrebbe resistere in giudizio nei confronti del Zichichi figlio:  se questo non è conflitto di interessi!!!“.

La vicenda che ha scatenato un nuovo putiferio, l’ennesimo, attorno a Crocetta e alle sue scelte, non ha ancora potuto giovarsi delle repliche dei protagonisti.  Sia il neo governatore siciliano che i due Zichichi infatti hanno per il momento deciso di rimanere in silenzio, non concedendo replica alcuna, in attesa di un approfondimento della questione.

Luca Mangogna

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.