Politica

Mozione Pd #Ricominciamo dalla Sicilia: presentati su Facebook i primi 5 punti

Antonio Ferrante

Ricominciamo dalla trasparenza. Ricominciamo dai circoli. Ricominciamo dalla partecipazione. Ricominciamo dai giovani. Ricominciamo dai temi. Questi i primi cinque punti della mozione congressuale – in vista delle primarie regionali per la scelta del nuovo segretario siciliano del Partito democratico – intitolata “#ricominciamo dalla Sicilia”.

Cinque punti programmatici e aperti alla discussione, visibili sulla pagina Facebook “Ricominciamo dalla Sicilia”, on line da qualche ora e che ha già ricevuto oltre 300 adesioni.

Chiunque potrà dare una propria opinione sui punti principali della mozione, dando suggerimenti e aggiungendone, interagendo così con lo staff.

«La nostra – dice Antonio Ferrante, esponente del Partito democratico e tra i promotori della mozione congressuale regionale, la prima ad essere stata ufficialmente presentata – è una piattaforma programmatica che risponde all’esigenza di condivisione attiva emersa dalle primarie nazionali. Vogliamo un Pd siciliano che abbia coraggio e metta in cima competenze e partecipazione».

Ecco i primi 5 punti della mozione “#ricominciamo dalla Sicilia”.
1) #Ricominciamo dalla trasparenza: pubblicazione di bilanci, sistema efficiente e chiaro per i tesseramenti. Regole e termini snelli per tutte le controversie interne. Dirette streaming di assemblee regionali e direzioni. Passare dai caminetti alla condivisione delle scelte sul futuro del Pd e della Sicilia.

2) #Ricominciamo dai circoli: valorizzazione dei circoli territoriali e cancellazione di quelli tematici. Attivare gli organi intercircolo per la scelta dei candidati di collegio e per programmare le iniziative sui territori ed il dialogo con gli enti locali. Destinare ai circoli la maggioranza dei fondi disponibili.

3) #Ricomiciamo dalla partecipazione: momenti di confronto con i militanti e gli iscritti attraverso piattaforme digitali e report dei risultati, calendario di incontri con circoli, militanti e territori predisposto annualmente.

4) #Ricominciamo dai giovani: una giovanile più autonoma nella scelta dei propri rappresentanti, anche attraverso primarie aperte. Istituire circoli giovanili parallelamente ai circoli territoriali. Garantire quote di riserva di partecipazione ai giovani nelle varie competizioni ed all’interno del partito attraverso meccanismi indipendenti. Predisporre un calendario di eventi giovanili.

5) #Ricominciamo dai temi: Attivare dipartimenti tematici, composti da professionisti, docenti e membri della società civile che siano propulsivi rispetto all’attività istituzionale e che possa programmare una seria attività formativa rivolta ai giovani attraverso incontri,seminari e dibattiti finalizzati a formare la nuova classe dirigente.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.