Cronaca

Movida Palermo, continuano i controlli. Trovato locale abusivo ai Candelai

La Polizia Municipale ha effettuato ieri sera e stanotte diversi controlli nei locali notturni, per la verifica del rispetto della normativa in materia di somministrazione di bevande e cibi, di occupazione del suolo pubblico e dell’ordinanza sulla musica e sull’occupazione del suolo pubblico.

I controlli sono stati svolti in via Candelai, via Chiavettieri, Piazza Venezia, Piazza Garraffello e via Francesco Mater alla Fonderia. In totale sono stati 14 i locali sottoposti a controlli.

Per uno di questi, in via Candelai, è risultato che l’attività era praticamente del tutto abusiva, svolta senza nessuna autorizzazione. Per il titolare è scattata una denuncia penale ed una sanzione amministrativa di 8.000 euro oltre il sequestro di diversi materiali In altri 8 locali è stato riscontrato il mancato rispetto della normativa sull’occupazione di suolo pubblico (con l’irrogazione di sanzioni comprese fra 50 e 360 Euro) In sette locali è stato effettuato il sequestro degli impianti musicali, in quanto la diffusione della musica all’aperto superava i limiti consentiti dalla recente ordinanza sindacale.

“Gli agenti della Polizia municipale – ha affermato il Comandante Vincenzo Messina – stanno adempiendo ai propri compiti, rispettando il calendario e la programmazione degli interventi che è stata fatta da tempo. Ancora una volta – aggiunge – i controlli hanno evidenziato sia che è possibile rispettare le norme vigenti (tre locali sono risultati del tutto in regola con tutti i regolamenti) sia che i commercianti e gli avventori sono le prime vittime di coloro che svolgono la propria attività commerciale in modo irregolare o abusivo.”

Nei prossimi giorni i controlli proseguiranno anche in altre zone della città ed in alcuni casi anche in modalità interforze, con la collaborazione di altre Forze di Polizia.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.