Primo Piano

Morto lo storico editore e giornalista bagherese Enzo Speciale

Enzo Speciale

(di redazione) E’ morto a 80 anni lo storico giornalista ed editore bagherese Enzo Speciale. Negli ultimi anni le sue condizioni di salute erano progressivamente peggiorate fino allepilogo di ieri sera.

Pioniere del giornalismo a Bagheria, esercitato con forza e passione sulla carta stampata gi a partire dalla fine degli anni 60, al Giornale di Sicilia ma soprattutto al giornale L’Ora e in tempi non facili, quando quel territorio era teatro di una sanguinosa guerra di mafia, con le sue emittenti radiofoniche fondate o acquisite fra la fine degli anni 70 e la prima met degli anni 80 (StereOnda, Radio Palermo Centrale, Radio One) e poi ancora con l’avvio delle trasmissioni di Teleone nel 1988, inaugurando una stagione di grande vitalit per linformazione a Bagheria, nel campo televisivo stimolata anche dalla concorrenza di unaltra emittente molto attiva sul territorio.

Grazie alla sua innegabile competenza e lungimiranza, Tele One da emittente del circondario bagherese diventata unemittente a copertura regionale, operatore di rete in Sicilia e capofila di un gruppo che conta altre 4 emittenti televisive e 2 emittenti radiofoniche. Negli ultimi anni passa il testimone al figlio Giuseppe, giornalista professionista, che oggi il direttore responsabile del gruppo editoriale.

Enzo Speciale era una vera icona del giornalismo bagherese, conoscitore come pochi della storia e del costume del suo territorio, che ebbe il merito di intuire quasi da visionario le grandi potenzialit dellemittenza locale anche nella sua zona di riferimento.

E fu quindi suo il primo tentativo di fare impresa attraverso un’ azienda di informazione nel tessuto economico e sociale bagherese, un tentativo che negli anni si rivelato senza dubbio vincente. Personalit forte e decisa, un uomo che stato capace, da giornalista di razza quale era, di esprimere il proprio pensiero senza alcun condizionamento, sempre in maniera coerente, una voce autorevole anche quando, spesso, era fuori dal coro, un pezzo di giornalismo locale che mancher a tutti.

Sposato con Maria Viscuso, amministratore del gruppo e insegnante in pensione, e padre di Giuseppe, Marco e Sergio, da qualche mese era diventato nonno della piccola Giulia. In questi anni di attivit di Siciliamedia, abbiamo salutato molti personaggi legati al mondo dellemittenza dellisola, in questo caso oltre che un valoroso editore, salutiamo soprattutto un amico, e ci stringiamo al dolore della famiglia a cui ci legano forti sentimenti di affetto e di stima.

I funerali saranno celebrati mercoled 30 gennaio alle ore 10.00 presso la Chiesa Madre di Bagheria.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.