Cronaca

Miss picchiata perdona il suo carnefice

La debolezza della donna, spesso diventa pretesto dell’uomo per tramutare la sua amata in vittima da sacrificare.

Troppe donne oggi sono le protagoniste di storie a dir poco crude e tristi. Morte, violentate, calpestate della propria dignità, derise, tradite e abbandonate, le donne ancora oggi diventano a volte le pedine di un giocatore subdolo e spietato. Alcune di loro riescono a reagire denunciando il proprio carnefice, a volte restato su un limbo di sofferenza senza trovare rimedio per ritrovare la pace.

Questa volta è il caso di una reginetta di bellezza. Miss Yacht Club Rosaria Aprea ha subito violenza fisica dal suo fidanzato Antonio Caliendo, attualmente in carcere con l’accusa di tentato omicidio. Picchiata violentemente e riempita di calci dal suo “amato”, Rosaria è stata ricoverata d’urgenza e operata due volte in poche ore all’addome per l’asportazione della milza e successivamente per un’emorragia interna. La donna ha rischiato seriamente di perdere la vita. Qualche giorno fa Rosaria aveva dichiarato di non voler vedere mai più il compagno «No, con lui non ci torno. Adesso è finita» e la denuncia presentata da lei stessa contro il fidanzato parlava chiaro.

Adesso la donna ci ha ripensato. Infatti scandaloso ma vero la Miss vuole ritornare con l’uomo che ha tentato di ucciderla. Ancora ricoverata all’ospedale di Caserta, adesso Rosaria dice di voler perdonare Antonio. La giovane infatti ha rilasciato delle dichiarazioni al Corriere del Mezzogiorno dicendo «non è vero che ho subito percosse». Dice inoltre di aver denunciato l’uomo in “momenti di semi-incoscienza”. «Mi sono accorta di avvertire sempre di più l’assenza di Antonio. Sto male al pensiero che sia rinchiuso in carcere. Lo so che non si è reso conto di quello che mi ha fatto e voglio tornare con lui. Sono certa che si è pentito».

Sulla decisione di Rosaria non vogliamo entrare nel merito ma noi de Il Moderatore prendiamo una posizione netta sul fatto che le donne devono denunciare alle autorità quando vengono maltrattate, violentate, picchiate.

Essere donna è un pregio, dimostrare di esserlo è una virtù. Le donne devono reagire alla violenza e far sì che la loro dignità non venga calpestata.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.