Cronaca

Milano, uccide datori di lavoro. In manette ex dipendente

Foto Internet

La cronaca ogni giorno racconta fin troppe stragi e stamani all’alba è avvenuto un duplice omicidio.

Un uomo di 36 anni circa ha sparato, dopo una lite, ai suoi ex datori di lavoro. La strage è avvenuta a Casate, una frazione di Bernate Ticino, in provincia di Milano. Le vittime, padre e figlio, avevano rispettivamente 47 e 22 anni.

Di prima mattina (circa le 6.25) le vittime si trovavano al bar Bottazzi in via Milano (Cesate) vicino ad una scuola elementare, dove i due uomini erano soliti prendere il caffè la mattina presto prima di andare nella loro ditta di carpenteria. Improvvisamente l’omicida è arrivato sparando contro di loro. L’intervento del 118 con un elisoccorso e due ambulanze non ha comunque salvato i due uomini in quanto le ferite erano troppo gravi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Magenta e di Abbiategrasso ed attualmente conducono le indagini.

Dopo la strage  l’omicida, mentre si stava recando verso la caserma per costituirsi, è stato intercettato e fermato da una pattuglia di carabinieri. L’arma del delitto, una calibro 7.65, è stata recuperata dai militari.

Al momento non si conoscono i motivi di tale gesto ma secondo le prime opinioni degli inquirenti tra i due ex datori di lavoro e l’omicida c’erano dei forti rancori.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.