CronacaPrimo Piano

Meteo: arriva Attila. Santa Lucia il giorno più freddo

Neve, foto internet

Dopo la tempesta dell’Immacolata, la quarta perturbazione del mese di dicembre farà sentire i suoi effetti nella giornata di lunedì. Piogge sul  versante adriatico, in  Emilia Romagna, Puglia e Sardegna. Nevicate previste sull’appeninno, forti venti in Sardegna. Al centro nord attenzione alle gelate notturne, le minime saranno  al di sotto dello zero.

Continua quindi  l’ondata di gelo e neve che ha reso bianco questo fine settimana. Freddo, pioggia e vento stanno investendo in queste ore  gran parte del territorio. In Sicilia, la colonnina di mercurio è decisamente scesa . Il forte vento e il mare molto agitato hanno ostacolato i collegamenti tra la Sicilia e le sue isole minori. Interrotti i servizi tra Palermo e Ustica e tra Trapani e le Egadi; tra Milazzo e le isole Eolie collegamenti bloccati. Disagi su tutte le province  e nel capoluogo incidenti causati dalle forte piogge, traffico in tilt e zone periferiche, come Mondello, allagate.

L’aria gelida subirà una tregua temporanea nel pomeriggio di oggi ma da martedì ci sarà Attila, con un’ incursione di area gelida proveniente dalla Scandinavia che riporterà le temperature nuovamente sotto lo zero. Attila, non solo quindi re degli Unni, e flagello di Dio, ma anche perturbazione gelida che ci accompagnerà per tutta la settimana. Il giorno di Santa Lucia, il 13 Dicembre, sarà il più freddo. Le città più gelide saranno Enna, Catania, Caltanissetta e Ragusa con massime che variano dai 6 ai 10 gradi.

Ma non disperiamo, per Natale si aspetta un aumento delle temperature.

Giada Mercadante

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.