Economia & LavoroPrimo Piano

Medstrategy: sviluppo sostenibile del territorio siciliano

Medstrategy. Foto di Francesca del Grosso

Da questa mattina alle 9.00 è in corso, presso la sala delle Carrozze di Villa Niscemi, un seminario di sensibilizzazione, organizzato dalla AnciSicilia, sul tema della Governance del territorio e sulla gestione associata dei servizi, ovvero sul ruolo dei comuni siciliani in questo ambito.

Tale convegno rientra nel programma del progetto che porta il nome di“Medstrategy”, un’iniziativa finanziata dai fondi della comunità europea per la crescita e lo sviluppo dello spazio mediterraneo , rivolto  agli amministratori e dipendenti dei Comuni siciliani al fine di incoraggiarli  alla collaborazione tra territori, affinchè  possano avviare lo sviluppo del territorio rendendolo competitivo a livello internazionale e favorendo l’occupazione giovanile, ovviamente il tutto concepito in una logica di sviluppo sostenibile.

Medstrategy rientra tra i progetti finanziati dal fondo europeo e coinvolge non solo alcuni territori rurali in Sicilia, ma l’intera area mediterranea che comprende  anche territori spagnoli,  greci e maltesi.

A presentare il seminario :  il presidente dell’AnciSicilia Giacomo Scala, il presidente del Consorzio Tindari- Nebrodi, Armando Lopes, ed il segretario generale dell’AnciSicilia, Mario Emanuele Alvano.

Il presidente dell’AnciSicilia Giacomo Scala ha dichiarato nel corso  della presentazione che : “Bisogna ridisegnare il sistema delle autonomie locali, bilanciando il sistema delle competenze, solo così si potranno ridurre i costi di gestione”.  Poi ha proseguito : “ Auspichiamo  che il nuovo governo regionale  possa concepire  e rivisiti il sistema delle autonomie locali in un’ottica globale al fine di contenere le spese”.

Lopes ha successivamente esposto i temi chiave del convegno. Primo fra tutti le difficoltà economico-finanziarie in cui versano i Comuni, poi le gestioni associate delle funzioni e dei servizi comunali,  l’analisi  dei modelli di Consorzi, e le normative che regolano questa materia.

Tutto ciò ci lascia ben sperare che al termine di questa giornata e di questo incontro possano essersi poste le basi affinchè la macchina amministrativa si snellisca e diventi sempre più funzionale ed al passo con i tempi e con il resto d’Europa.

Francesca Del Grosso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.