Cinema-Teatro-Musica

Medimex, la musica è cultura e lavoro

Medimex. Foto Internet

La Regione Puglia continua a investire sulla cultura, considerata volano per l’economia ed efficace strumento per combattere la disoccupazione giovanile.

La seconda edizione di Medimex, la fiera musicale internazionale di Bari, è la prova di questa tendenza e il suo slogan è il leitmotiv che ne riassume l’essenza: “La musica è lavoro”.

La fiera si svolgerà a Bari dal 29 novembre al 2 dicembre. Sarà un momento importate che vedrà coinvolti circa 170 espositori, 23 showcase e più di 50 incontri, al fine di scoprire le nuove tendenze musicali e permettere lo sviluppo di contatti tra artisti, editori, direttori artistici e pubblico. È indubbio che in uno scenario avaro di risorse e povero di investimenti come quello Italiano la fiera mercato si impone come un caso singolare e innovativo.

Vanno in questa direzione le dichiarazioni di Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia: “Siamo diventati un modello, vogliamo arare un territorio fertile che si trova in un Paese che continua a pensare che il lavoro non possa avere a che fare con lo spettacolo e la cultura. Abbiamo dei fondi destinati allo spettacolo e una quota, pari a 400.000 Euro, vogliamo investirla in Medimex, una fiera che crea dialogo con una ventina di paesi del mondo.

Fanno eco a queste dichiarazioni quelle di Loredana Capone, vicepresidente della Regione: “La vocazione internazionale del Medimex è sottolineata dal numero di ospiti e dalla provenienza intercontinentale, ci saranno ospiti dall’America, Libano, Turchia, Russia.
La cultura per noi è sviluppo e per sostenere la cultura dobbiamo creare una rete di relazioni in cui le piccole imprese nostrane facciano scambi e aggregazioni con quelle più grandi o straniere, salvaguardando comunque le proprie caratteristiche. Solo in questo modo si crea un mercato grande e ricco che si riflette poi anche all’esterno del solo ambito musicale”.

“L’idea è di partire dalla musica,  – prosegue la Capone – quella italiana e non solo, per poi irrorare anche le altre dimensioni dell’economia che, a differenza di quanto si crede, può essere nutrita dalla cultura.
Tutto questo in Puglia, la regione che negli ultimi anni più di tutte ha dato vita a band e musicisti di grandissimo successo (dai Negramaro a Caparezza) pur continuando a tenere i ricordi ancorati al suo artista di più grande fama nel mondo della canzone, Domenico Modugno.  È proprio con un concerto  dedicato al cantante che Medimex aprirà al Petruzzelli le sue tre giornate fitte di eventi: oltre ai concerti, uno sguardo al futuro con conferenze sul destino della musica, dell’editoria e delle pratiche distributive”.

A questo evento non sono rimasti insensibili gli artisti italiani e parteciperanno con entusiasmo Antonello Venditti, Noemi, Max Pezzali, Caterina Caselli, Pacifico, Mogol e molti altri.

Medimexsi potrà seguire anche a distanza. Rai RadioTre realizzerà le dirette di molti programmi proprio dalla fiera e il mensile XL ha allegato al numero di questo mese un cd con 19 brani di altrettanti musicisti emergenti che disegnano il panorama pop pugliese.

Infine, la novità di quest’anno è la partnership con Rai.Tv che allestirà un vero e proprio studio televisivo mandando in onda on demand sul sito medimex.rai.it interviste e servizi dalla fiera.

Fabio Butera

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.