Primo PianoScuola & Università

Master in Comunicazione e valorizzazione dei beni culturali e museali

Maurizio Carta

Il Master, spiega il Coordinatore , il professore Maurizio Carta,  punta sulla costante integrazione di una visione “territorialista” ed una “comunicativa” nella valorizzazione dei beni culturali e museali con l’obiettivo di far lavorare insieme diversi esperti e produrre una figura professionale innovativa alimentata da tale sinergia culturale.Il Master si fonda su alcuni pilastri che ne sorreggono l’impianto culturale e il profilo formativo.
Il primo pilastro è quello etico, perché la questione etica, infatti, deve sempre guidare il comportamento dei fruitori e dei soggetti che noi consideriamo i destinatari della nostra comunicazione, evitando che, pur di comunicare, si corra il rischio di deformare i beni culturali o di eroderne i valori.
Il secondo pilastro è il bene comune, convinti che il patrimonio culturale è soprattutto un bene pubblico il cui uso e la cui fruizione collettiva devono essere attentamente graduate per non ridurne le opportunità. L’aumento del valore culturale corrisponde alla diffusione del patrimonio, ovvero al suo possesso collettivo.
Il terzo pilastro è l’esperienza. Poiché i beni culturali sono flussi di comunicazione, per la loro valorizzazione occorre ampliare la loro funzione esperienziale, capace di rispondere alla crescente domanda di accesso alle risorse immateriali, piuttosto che di possesso di beni materiali. “Oggi per il Mezzogiorno, continua il coordinatore, il patrimonio culturale può costituire uno dei principali strumenti di competitività, sua caratterizzazione principale e potente motore di sviluppo.A tal fine il Master agirà attorno alla componente emozionale dei beni culturali e dei musei, lavorando sulla loro capacità empatica di attivare esperienze, di educare e divertire, di attrarre e sedurre visitatori di diverse età, lingue e culture, imprimendo in maniera indelebile il messaggio culturale e contribuendo all’incremento del senso civico.” Il Master forma esperti specializzati nell’ideazione, elaborazione e gestione dell’informazione e della comunicazione dei beni culturali e museali finalizzate alla loro valorizzazione. Il settore della comunicazione applicato ai beni culturali comprende l’offerta di servizi, attività ed eventi correlati alla gestione, alla valorizzazione e alla promozione dei beni culturali presso istituzioni quali musei, parchi, collezioni, monumenti, biblioteche, etc. In regioni come la Sicilia, in particolare, il turismo è in prevalenza di tipo culturale e in rapida ascesa rispetto alle altre forme tradizionali di turismo. Tali dinamiche, unitamente alle disposizioni legislative italiane in merito alla promozione del patrimonio culturale, hanno favorito il crescere della domanda di operatori specializzati nel campo della comunicazione e della valorizzazione del patrimonio culturale, domanda già presente alla quale attualmente non corrisponde ancora un adeguato riscontro di offerta qualificata.

I Destinatari sono laureati con il vecchio ordinamento, laurea specialistica o laurea magistrale. L’accesso al Master è particolarmente suggerito (senza che ciò ne precluda comunque l’accesso) ai laureati in scienze umanistiche, architettoniche, del design e della formazione; ad operatori del settore dei beni culturali; a impiegati di pubbliche amministrazioni nell’ambito dei beni culturali; ad addetti stampa, capi ufficio stampa, giornalisti, aspiranti giornalisti, operatori del settore delle pubbliche relazioni, degli uffici relazioni esterne ed istituzionali di aziende della comunicazione, dell’editoria, della produzione cinematografica-documentaristica, etc.

Maggiori informazioni consultando  il sito: http://www.masterbeniculturali.unipa.it/

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.