CulturaPrimo Piano

Mario Capanna presenta il suo libro “Scienza bene comune”

“Chi decide della scienza quando la scienza riguarda tutti?” La provocazione di Mario Capanna, presidente della Fondazione Diritti Genetici ed ex leader del Movimento studentesco del ’68, è stata lanciata via web a decine di ricercatori, giuristi, filosofi, economisti. Da Gustavo Zagrebelsky a Nadia Urbinati, da Emanuele Severino a Marcello Cini e Bartolomeo Sorge a Giuseppe Barbera, più di trenta intellettuali italiani si sono incontrati e “scontrati” ogni settimana, per oltre un anno, sulle pagine web di www.scienceanddemocracyorg.

Ne è nato un confronto ricco e interdisciplinare sul rapporto tra scienza e democrazia, sul concetto di conoscenza come bene comune: un’agora virtuale, ora presentata in volume, che non mancherà di affascinare i lettori cosi come ha già fatto con il popolo del Web.

Il libro Scienza bene comune oltre lo spread della conoscenza a cura di Mario Capanna verrà presentato a Palermo, all’interno delle iniziative di UniverCittà – Cultura Consapevole, Giovedì 24 aprile, ore 18.00 c/o la Sala Magna- Palazzo steri – Piazza Marina 61. Ne discuteranno con l’autore: Giuseppe Barbera, Maurizio Carta e Umberto La Commare.

La Fondazione Diritti Genetici e un’istituzione internazionale di ricerca, formazione e comunicazione nel campo dell’innovazione biotecnologica. Sviluppa progetti e modelli per la partecipazione sociale alla scienza e la gestione civica dei beni comuni. In coedizione con ]aca Book sono già usciti: Biotecnocrazia (2007); Fast Science (2008); Biodiversità e beni comuni (2009).

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.