PoliticaPrimo Piano

Maraventano (Lega Nord): “Lampedusa è lo zimbello d’Italia”

La senatrice della Lega Nord Angela Maraventano

Il governo non fa nulla per evitare le tragedie del mare”. La senatrice leghista, Angela Maraventano, è intervenuta sull’ennesima sciagura consumata nel Canale di Sicilia. Intervistata dal Moderatore.it, il vicesindaco di Lampedusa e Linosa, non usa mezzi termini per esprimere la sua rabbia: “A Lampedusa non ci sono stati dei veri e propri sbarchi. Si tratta quasi sempre di recuperi di pescherecci in mare, tra le 50 e le 60 miglia dalla costa. Le navi di pattugliamento non ci sono. Le motovedette non fanno il loro lavoro. È una cosa vergognosa.”

Ristoratrice di professione, la Maraventano è impegnata da anni nella difesa dell’isola dagli effetti dell’ “invasione” dei migranti provenienti dall’Africa.

Non sarò mai complice dei trafficanti di carne umana. Abbiamo delle leggi da rispettare. Lotto tutti i giorni per evitare che avvengano queste situazioni spiacevoli. Non mi sento però responsabile di questi morti. Ci dovrebbero essere dei pattugliamenti congiunti con la Tunisia, ma entrambi gli stati ignorano gli accordi presi. Quelli della scorsa notte non erano profughi, né immigrati, bensì ribelli tunisini. Questa gente vuole spaventare il nostro paese. Questo governo sta aprendo le porte a tutti, per farli morire in mare. Senza tra l’altro poter garantire loro un lavoro o comunque una condizione migliore rispetto a quella di provenienza. Noi non ci possiamo addossare queste responsabilità. L’Italia non è pronta per affrontare questo fenomeno, dobbiamo pensare ai nostri giovani e ai nostri pensionati. In più l’Europa non ci ascolta. Lampedusa è diventata lo zimbello di questo paese. Se continua il bel tempo e se si continua a non rispettare gli accordi gli sbarchi continueranno di sicuro.”

La Maraventano parla comunque di una diminuzione degli sbarchi: “Quest’anno abbiamo avuto 3.500 sbarchi rispetto ai 50.000 degli anni passati. Con Maroni stava funzionando tutto perfettamente. Adesso il ministro Riccardi ha riaperto le frontiere. È come se si volesse fare una campagna che promuova l’ingresso agli stranieri. Anche il sindaco di Lampedusa è d’accordo all’apertura.”

Il vicesindaco della Lega Nord è comunque positiva riguardo l’economia dell’isola: “Quest’estate si è lavorato abbastanza. Il turismo va bene anche grazie alle società, soprattutto compagnie aeree, che hanno investito su Lampedusa. È l’assenza di continuità territoriale che incide negativamente sull’economia di questa terra.”

Alessandro Marsala

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.