Politica

M5S, Senato respinge dimissioni della senatrice Mangili

Foto internet

Viene nuovamente respinta la richiesta di dimissioni dalla carica politica di senatrice di Giovanna Mangili (Movimento Cinque Stelle). Dopo aver letto in Senato un discorso dove spiega le motivazioni che la spingono verso questa decisione. Si era parlato di  accuse di “Parentopoli” da parte dei militanti M5S e di voti pilotati. Detto fatto? assolutamente no. Infatti dopo polemica e protesta di tale gesto da parte degli schieramenti Pd e Pdl l’aula respinge la richiesta con 186 voti contrari, 57 voti favorevoli e 8 astenuti.

Il vicepresidente di Palazzo Madama, Maurizio Gasparri ha dichiarato «è davvero una scena inquietante quella a cui abbiamo dovuto assistere. La parlamentare ha dovuto leggere su un foglio, come se fosse un discorso preparato, il perché di questo suo gesto. Il Senato è un luogo di libertà in cui ognuno può esprimersi e assistere a scene di questo tipo è davvero preoccupante».

Il capogruppo grillino Vito Crimi ha risposto a Gasparri «Sono costernato dalla crudeltà nei confronti di una persona che ha dichiarato fin dall’inizio, senza alcuna strumentalizzazione politica, di voler rinunciare al mandato Addirittura prima della proclamazione degli eletti abbiamo telefonato per esercitare il diritto di non essere proclamata. Qui c’è un accanimento nei confronti di una persona che con emozione e rispetto ha detto di voler rinunciare. La verità è che non siete abituati a qualcuno che dice lascio il posto perché non me la sento, avete solo attaccamento alle poltrone».

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.