PoliticaPrimo Piano

M5S, “La Monterosso va rimossa al più presto”

Patrizia Monterosso

“La Monterosso va rimossa al più presto, Crocetta non può ignorare pure la sentenza della Corte dei Conti, che è il sigillo su una una gestione fallimentare del mondo della Formazione, caratterizzato da conduzioni allegre, clientelari e dalla totale assenza di controlli”. Il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars chiede a gran voce la rimozione del segretario generale della Regione dopo la condanna al maxirisarcimento comminata dalla Corte dei conti per la questione degli extrabudget.

“La notizia – affermano i deputati – fa il paio con quella altrettanto grave riferita ieri in quinta commissione all’Ars dalla dottoressa Corsello, che ha ammesso la totale mancanza di controlli nei rendiconti degli enti negli anni passati. I quali, a dire la verità, erano già stati denunciati e segnalati dalla dirigente in relazioni mandate al governo precedente”.

L’assenza di controlli avrebbe, infatti, favorito, oltre alle gestioni truffaldine, anche il proliferare di contratti, consentendo agli enti, da un lato di mettere in mobilità o in cassa integrazione il personale, dall’altro di continuare ad assumere personale con contratti atipici. Le irregolarità avrebbero rallentato anche la macchina dei finanziamenti. La percentuale delle somme non erogate agli enti per le annualità pregresse, secondo quanto riferito dalla dirigente, sarebbe il frutto del rifiuto da parte di alcuni enti di presentarsi in assessorato per chiarire le irregolarità emerse in questi mesi. Un fatto, questo, che potrebbe esporre gli stessi enti alla restituzione delle somme già percepite. Tra tante notizie negative sulla Formazione, però, una positiva fa capolino tra i resoconti dell’incontro di ieri all’Ars.

“Abbiamo appreso con piacere – affermano i deputati – che a breve verrà pubblicato l’albo definitivo, questione già oggetto di una nostra interrogazione all’Ars, e che i controlli incrociati con l’Inps hanno dato i loro frutti. Questo renderà giustizia a tutti quei lavoratori storici della Formazione che hanno visto, negli ultimi anni, il loro mondo lavorativo sgretolarsi per interessi politici”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.