Politica

M5S. I “comunicatori”assunti lunedì, oggi in silenzio stampa

Foto da www.beppegrillo.it

 

I due neo-responsabili della comunicazione del Movimento 5 Stelle, Claudio Messora e Daniele Martinelli, hanno annunciato di aver interrotto i rapporti con la stampa. I due erano stati assunti lunedì mattina e da ieri sera sono in silenzio stampa: un paradosso per i “comunicatori” a 5 Stelle, che sui propri profili facebook hanno spiegato le ragioni di questa scelta.
“La macchina del fango è entrata subito in azione – scrive Messora – non parlerò più con nessuno. Non prendetevela con me. Se tra di voi c’è qualche bravo giornalista, che vada piuttosto all’ordine dei giornalisti e chieda di radiare questi buffoni, perché screditano tutta la categoria.” Messora si rivolge dunque ai “giornalisti onesti”, invitandoli ad iniziare “una guerra di liberazione da questi pseudo-omunculi che sputtanano tutta la categoria.” La critica di Messora è rivolta ai giornalisti che gli hanno attribuito alcuni virgolettati mai pronunciati sulla possibilità di dare fiducia al governo.

Gli fa eco Daniele Martinelli, ex dipietrista, che scrive: “Sono stato nominato consulente di un gruppo parlamentare e vengo trattato da giornali e tv come un addetto stampa che fa da megafono al Movimento. Questi non hanno ancora capito che saranno i deputati del Movimento a parlare della loro attività politica. Il mio compito è solo quello di ottimizzare la loro comunicazione. Il mio compito è solo quello di ottimizzare la loro comunicazione. Siccome le tv e i giornali mi stanno spacciando come il Capezzone di turno, ho deciso che non parlerò più con nessuno, tranne che coi deputati della Camera.”

“Se il Movimento Cinque Stelle non parla con nessuno (e d’ora in poi neppure io) è solo colpa loro” recita Messora. Ma nessuno di loro lo ha mai fatto.

 

 

Francesco Agliata

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.