Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Cultura / L’AVVOCATO DEL MARTEDI’_ PIGNORAMENTO DEL CONTO CORRENTE BANCARIO : NOVITA’ LUGLIO 2017

L’AVVOCATO DEL MARTEDI’_ PIGNORAMENTO DEL CONTO CORRENTE BANCARIO : NOVITA’ LUGLIO 2017

L'avvocato del martedì
         Avvocato Francesca Paola Quartararo

(di Francesca Paola Quartararo) Eccoci, al nostro appuntamento settimanale con L’AVVOCATO DEL MARTEDI’.

Con l’entrata in azione del nuovo ente del fisco, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione (il venir meno di Equitalia), così come disposto dal D.L. n. 22/10/2016 n. 193 convertito in legge n. 225/2016 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili”.

Come l’Agenzia delle Entrate-Riscossione agisce per il recupero credito delle somme?

Normalmente, il creditore (privato cittadino) per soddisfare il proprio credito attiva la procedura esecutiva così come prevista dal codice civile. Se il creditore è il Fisco, invece, la situazione è completamente diversa poiché quest’ultimo può avvalersi della procedura prevista dall’art. 72 bis del D.P.R. n. 602/73. La norma prevede che, dopo la notifica della cartella di pagamento trascorsi 60 giorno dalla notifica ed in caso di inadempimento si invia preliminarmente alla banca l’atto di pignoramento ancor prima di notificarlo all’interessato – debitore. Il debitore per impedire il pignoramento, nel termine di 60 gironi potrà presentare un’istanza di dilazione ed ottenere lo sblocco del conto corrente, ma solamente dopo che la sua richiesta sia stata accolta e pagata la prima rata, potrà ottenere lo sblocco del proprio conto corrente.

Qual’é la novità della disciplina descritta?

Oltre l’ente del fisco, appunto, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione che è subentrata rispetto ad Equitalia, si riscontrano maggiori poteri di accesso alle banche dati e procedendo al recupero credito delle somme dovute dal debitore in modo specifico. In particolare, per mezzo dei dati custoditi all’Inps, l’Agenzia delle Entrate, in vista di  un debito scaduto di un contribuente nei suoi confronti, potrà pignorare assegni pensionistici o stipendi di lavoro, con cui poter soddisfare la propria pretesa creditoria.

Il pignoramento presso terzi è automatico?

Si. La cartella di pagamento è in sé già un atto esecutivo al pari dell’atto di precetto (ossia l’atto che intima al debitore il pagamento del debito entro 10 giorni dalla notifica), pertanto, può procedere al pignoramento del conto corrente, se passati 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale non è stata pagata. Trascorso il suddetto termine l’Ente della riscossione, può invitare alla banca l’atto di pignoramento ancora prima di notificarlo all’interessato, per poi invitare quest’ultimo al pagamento di quanto dovuto entro altri  60 giorni. Se il debitore, poi, preserva e continua a non pagare quanto dovuto il Fisco richiede alla banca di versare l’importo pari al debito, senza necessità di rifarsi a un giudice per far emettere il relativo provvedimento.

Il debitore – contribuente come può difendersi dal pignoramento?

Il debitore per arrestare il pignoramento telematico e per sbloccare il conto corrente, dovrà presentare una richiesta di rateizzazione del debito entro 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento. Altresì, qualora la richiesta di dilatazione sia accettata, dovrà anche essere pagata la prima rata del piano di ammortamento.

Se il conto del debitore – contribuente è cointestato è possibile il pignoramento?

Se il conto corrente del debitore è cointestato, le somme non possono essere pignorate direttamente poiché non appartengono in toto al debitore. Infatti, le somme presenti sul conto corrente non del tutto in possesso del debitore, il pignoramento potrebbe coinvolgere, in tal caso, anche un soggetto terzo (dunque, l’altro cointestatario) incolpevole. L’istituto bancario, dunque, dovrebbe procedere attivando una procedura più lunga che prevede l’autorizzazione del tribunale.

Se hai qualche dubbio o perplessità sulla questione, l’Avvocato Francesca Paola Quartararo, sarà pronta a risponderVi, scriveteci nella sezione contatti del sito web: www.avvocatoquartararo.eu

 

About Francesca Paola Quartararo

Francesca Paola Quartararo
Avvocato Francesca Paola Quartararo

Check Also

Disabilità: Stamperia Braille e Galilei consegneranno a ministro Fedeli Convenzione Onu in nero-braille

Disabilità: Stamperia Braille e Galilei consegneranno a ministro Fedeli Convenzione Onu in nero-braille ( di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: