PoliticaPrimo Piano

Lupo vice presidente Ars, le opposizioni insorgono. “Squallore politico”

Giuseppe Lupo. Foto Internet

L’elezione di ieri del deputato del Pd Giuseppe Lupo alla vice presidenza dell’Assemblea Regionale non è stata ben digerita dalle opposizioni che attaccano la maggioranza di governo per aver messo in atto “un’operazione  di vero squallore politico”, è il giudizio tranchant di Ncd.

Lo stesso Nuovo centro destra di Alfano alleato di governo a Roma, ma che in questo momento è in attrito col Pd di Renzi sull’aumento dei tempi di prescrizione per la corruzione passato ieri alla Camera. Malumori che verosimilmente si ripercuotono pure in Sicilia, dove però i centristi sono sempre rimasti fermi nei ranghi dell’opposizione.

Secondo il gruppo guidato da Nino D’Asero, “il Partito democratico ha letteralmente rubato gli spazi che l’uso democratico delle istituzioni da sempre lascia alle opposizioni, dimostrando in un sol colpo di essere un partito raffazzonato, quindi con tante anime interne da doverle accontentare tutte e – prosegue Ncd- di essere formato da individui strettamente avvinghiati alle poltrone”. Non solo. I centristi si spingono oltre definendo la maggioranza “arrogante e cannibale” e chiedendo allo stesso Lupo di dimettersi. Richiesta naturalmente respinta al mittente.

Anche il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle, che aveva riposto le sue speranze su Francesco Cappello, polemizza con la maggioranza  per la scelta dell’ex segretario regionale a numero due di Sala d’Ercole.

“La dittatura della maggioranza ora è completa. Chiude le porte dell’ufficio di presidenza al M5S, cioè al maggiore partito dell’opposizione e persino a rappresentati della finta opposizione. Quindi l’affondo. “L’arroganza di questa maggioranza – commentano il capogruppo Salvatore Siragusa e il diretto interessato Francesco Cappello – è insopportabile. Il palazzo è completamente blindato, alla faccia della trasparenza che cerca di contrabbandare il presidente Ardizzone. Le decisioni che contano verranno prese nel segreto delle stanze e fatte passare sopra la testa di tutti i siciliani. Scordiamoci ora notizie su vitalizi, pensioni di riversibilità e privilegi vari. Su tutto è destinato a calare il silenzio”.

In difesa di Lupo si schierano i deputati del Pdr, il movimento stampella del governo regionale. “Il nostro voto a Giuseppe Lupo – scrive in una nota il capogruppo Giuseppe Picciolo- è stato dettato dalla necessità di evitare che l’elezione del vice presidente venisse trasformata in una sorta di referendum pro o contro la maggioranza di Crocetta. Per cui i deputati gruppo Pdr, che alla prima votazione avevano votato compattamente il nostro candidato Salvatore Lo Giudice, hanno scelto di votare Lupo, esponente Pd da sempre vicino alle nostre posizioni, infrangendo la regola che tale carica potesse andare alle opposizioni”.

A determinare l’elezione di Lupo sono state le 39 preferenze, contro le 17 del rivale al ballottaggio, Santi Formica  (Lista Musumeci). Alla prima chiama, nessuno aveva raggiunto la maggioranza assoluta dei voti, per cui si era andati al ballottaggio tra i due candidati più votati: Lupo (23 voti), e Formica (16 preferenze).

Gli altri candidati che si erano fermati al primo turno sono stati Francesco Cappello (M5S), 14 voti, Salvatore Lo Giudice (Drs), 7 voti, Giovanni Di Mauro (Mpa), 5 voti, Nino D’Asero (Ncd), 10 voti, Bruno Marziano (Pd), 1 voto, mentre cinque in tutto sono state le schede bianche.

La poltrona in Consiglio di Presidenza era rimasta vacante dallo scorso giugno, perché non si riusciva ad arrivare a un accordo sui candidati. Quadra che non si era trovata neanche ieri mattina in Aula, dove poco prima del voto, il capogruppo dell’Udc, Mimmo Turano, aveva lanciato un appello “al buon senso”.”Su nove componenti del Consiglio di presidenza, otto fanno parte della maggioranza”, ha affermato Turano, ricordando che “la minoranza non ha espresso una candidatura unitaria” e invitando la maggioranza “a non partecipare all’elezione”.

Appello, evidentemente, caduto nel vuoto.

Marina Pupella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.