CronacaPrimo Piano

Lucia Riina: “Dispiaciuta per vittime di mafia ma onorata del mio cognome”

Lucia Riina, l’ultima nata in casa Riina, ha rilasciato per la prima volta un’intervista alla televisione svizzera Rts. Figlia del capomafia Salvatore Riina e Antonina Bagarella, la ragazza ha raccontato della sua infanzia e di come trascorreva le giornate, fino al giorno dell’arresto del padre.

«Io sono onorata di chiamarmi così, e felice perché è il cognome di mio padre e immagino che qualsiasi figlio che ama i suoi genitori non cambia il cognome. Corrisponde alla mia identità». A una domanda sulle vittime di Cosa nostra ha risposto: «Certo, mi dispiace, però penso che siamo tutti figli di qualcuno e abbiamo tutti i nostri dispiaceri e le nostre sofferenze e bisogna dire che se i miei genitori restavano nel passato, noi giovani, le generazioni future dobbiamo andare avanti, non possiamo restare sempre attaccati al passato».

Parlando della sua famiglia, la figlia del boss ricorda l’educazione cattolica ricevuta dai genitori:  «Si faceva la preghierina la sera, si pregava per le persone che volevamo bene, cose normali. Il momento più brutto? L’arresto di mio padre. Nostra madre lo apprese attraverso la televisione».

Lucia Riina ha viaggiato per la prima volta all’estero e ha dichiarato che le piacerebbe vivere e lavorare in Svizzera. La ragazza ha sempre coltivato la passione per il disegno e, come lei stessa si descrive sul suo sito, è sempre rimasta attaccata alle sue origini: “Sono Lucia Riina, ultimogenita di Salvatore Riina ed Antonina Bagarella, sorella più piccola di Maria Concetta, Giovanni e Giuseppe Salvatore, quindi anche nipote di Leoluca Bagarella”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.