Politica

L’sms di Franceschini: “Votate la mia compagna”. E’ polemica

Michela Di Biase

“Caro Xxx, se voti a Roma posso proporti di dare la preferenza a Michela Di Biase, la mia compagna, che si candida in consiglio comunale? Dario”. È polemica sul web per l’sms che Dario Franceschini, ex segretario del Pd, ex capogruppo alla Camera del Pd, attuale ministro per i Rapporti con il Parlamento del governo Letta, avrebbe inviato nei gironi scorsi ad alcuni amici in relazione alle elezioni comunali a Roma. Il testo del messaggio via cellulare è stato ripreso e pubblicato sul blog di Beppe Grillo, con il titolo: “Il compagno Franceschini e la sua compagna”.

L’sms non viene smentito dal diretto interessato, che anzi rimprovera la mancanza di fair play del leader M5S. “Mi domando se una persona impegnata in politica ha più diritto ad una vita privata. Ho mandato un sms dal mio cellulare privato a poco più di una decina di amici personali per chiedere di votare la mia compagna, che fa politica da molto prima di conoscermi in un municipio della periferia romana a Centocelle e che ha deciso di candidarsi in consiglio comunale a Roma”, ha replicato il ministro, rispondendo ai giornalisti sulla vicenda degli sms inviati per sostenere la compagna.

“C’è qualcosa di male – sostiene Franceschini – o di scorretto nel mandare un sms a qualche amico? È troppo chiedere rispetto per lei, se non per me, prima di buttare le persone e ogni cosa nel tritacarne mediatico e della rete”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.