CulturaEnogastronomiaPrimo Piano

L’Olio Folk Fest 2018 fa il boom di presenze. Oltre 2mila persone per la due giorni a Caltabellotta

 

(di redazione) Grande successo per la terza edizione dell’Olio Folk Fest. Oltre 2mila presenze in piazza Umberto I° per la due giorni, 31 agosto e 1 settembre, che ha visto Caltabellotta, l’antico borgo che sorge sulle cime dei Monti Sicani, capitale dell’olio extravergine di oliva cultivar Biancolilla.

La manifestazione nasce con lo scopo di valorizzare una delle varietà più pregiate e tra le più antiche della Sicilia occidentale. La Biancolilla deve il proprio nome al fatto che durante la fase di maturazione le drupe passano dal tipico colore verde del frutto acerbo a una tonalità di rosso tendente al violaceo.

 

Quest’olio si caratterizza per un fruttato leggero, lievemente piccante e molto aromatico in cui si avvertono le fragranze di mandorla, pomodoro e carciofo abbinate a dei gusti di erba fresca e oliva verde. Innumerevoli studi clinici ed epidemiologici ne evidenziano le qualità nutraceutiche. Inserito nella Dieta Mediterranea, l’olio extravergine d’oliva è amico del cuore, antitumorale e alleato della giovinezza. Temi sui quali si sono confrontati esperti, imprenditori olivicoli e istituzioni.

Nel corso dell’Olio Folk Fest 2018 anche degustazioni di prodotti tipici del territorio, passeggiate guidate negli oliveti e nei frantoi, cooking show, stand, sflilata del gruppo folkloristico per le vie del paese, masterclass. Anche momenti musicali e artistici. Tutto all’insegna dei sapori e del divertimento.

Insigniti di un prestigioso riconoscimento l’azienda Olivicola Daino e gli allievi dell’istituto musicale Toscanini di Ribera.

L’evento è organizzato dall’associazione di promozione culturale “Triokala” con la collaborazione del Comune di Caltabellotta; dell’Assessorato Regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca; dell’Assessorato Regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo; e patrocinato dall’Anno del cibo 2018. Tra gli sponsor Enel Green Power.

Nel corso della due giorni, i partecipanti hanno visitato i frantoi per comprenderne i vari processi di realizzazione dell’olio autoctono. Percorsi creativi e del gusto, atti a valorizzare le potenzialità del territorio in cui gli artisti si sono collegati al trionfo dei sapori e degli odori dei prodotti locali.

INTERRANTE

 

Nelle due giornate, gli chef del Verdura Resort hanno realizzato due light luch.

Il 31 agosto piazza Umberto I° è stata animata da un tolk show con all’interno il cooking show firmato dallo chef Giovanni Lorenzo Montemaggiore, componente del direttivo della Federazione Italiana Cuochi di Sciacca.

Il 1 settembre, ai fornelli lo chef Gianluca Interrante (Sous chef del Verdura Resort).

 

 

“Siamo soddisfatti del risultato della terza edizione dell’Olio Folk Fest – afferma Paolo Segreto, sindaco di Caltabellotta -. Una forte presenza che denota il grande interesse da parte di cittadini e turisti per il  patrimonio naturalistico, storico, artistico ed enogastronomico del territorio, fatto da sane risorse locali, l’olio extravergine Biancolilla su tutti. Partendo dal passato, dalla tradizione, l’evento celebra il presente, le risorse locali e guarda al futuro attraverso la ricerca, l’innovazione, l’aggregazione e la sperimentazione”.

VITO MARSALA

“Le iniziative promosse dagli enti locali – spiega Vito Marsala, componente direttivo Anci – stimolano uno sviluppo dei territori coinvolgendo in modo capillare tutto il comprensorio.

L’Olio Folk Fest valorizza a 360° le eccellenze del Paese: dall’enogastronomia ai valori artistici umani”.

“Grande soddisfazione per la partecipazione a questa edizione che – commenta Biagio Cattano, rappresentante legale Triokala – denota maggiore coinvolgimento da parte dei cittadini e dei produttori locali di olio extravergine d’oliva. L’auspicio è quello di inserire Olio Folk Fest negli eventi di rilevanza nazionale”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correllati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.