Primo PianoSport

L’Inter inguaia il Palermo. A San Siro finisce 3-1

images (3)

Niente da fare per il Palermo a San Siro. L’Inter vince facilmente per 3-1 grazie alle reti di Ljajic, Icardi e Perisic. Iachini sceglie Rispoli al posto di Morganella (ultime prestazioni da dimenticare) confemati i tre centrali di centrocampo con Maresca in cabina di regia. In porta si rivede capitan Sorrentino.

Partita che inizia con l’Inter che prova a fare la gara e al primo tiro in porta passano: Ljajic riceve palla sulla sinistra, la difesa rosa gli lascia troppo spazio e il serbo non se lo fa dire due volte e lascia partire un sinistro preciso che si infila alla destra di Sorrentino. Il Palermo prova a reagire: al 15′ Chochev ha il pallone del pareggio. Il bulgaro viene servito splendidamente da Hiljemark, ma invece di tirare di prima intenzione il numero 18 dei rosanero decide di controllarla perdendo il tempo della conclusione permettendo a Nagatomo e Miranda di chiudere. Si sa, le grandi squadre non perdonano niente e infatti al 22′ i nerazzurri raddoppiano: cross di Palacio Icardi di piede anticipa Gonzalez e batte Sorrentino. Si fa dura per i rosa che nonostante tutto provano a pungere i nerazzurri. Al 35′ Vazquez prova la conclusione da fuori, ma Carrizo (Handanovic assente per un attacco influenzale) respinge. Allo scadere della prima frazione di gioco i rosa riaprono la partita: Rispoli va via sulla destra mette in mezzo trovando Vazquez che di sinistro di prima batte Carrizo per il 2-1.

Il Palermo inizia la ripresa cercando subito di pareggiare, ma l’Inter alla prima occasione trova la rete: Icardi viene lanciato sulla destra da Ljajic, l’ex Sampdoria crossa sul secondo palo per l’accorrente Perisic che di tuffo batte Sorrentino per il 3-1. A questo punto Iachini prova a mischiare le carte, entrano Quaison e Djurdjevic al posto di Chochev e Gilardino. Proprio i nuovi innesti si rendono pericolosi grazie anche al contributo di Vazquez che con un colpo di tacco libera Quaison che entra in area e crossa rasoterra per Djurdjevic che prova a battere Carrizo bravo a parare in due tempi la conclusione. Iachini prova il tutto per tutto facendo entrare Balogh al posto di Rispoli, ma non succede più nulla. Anzi, i padroni di casa sfiorano il poker con Palacio che su azione da calcio di punizione colpisce di testa trovando la risposta di un super  Sorrentino.

Questa sconfitta inguaia ancor di più i rosa che rimangono fermi a quota 27 punti, ma adesso il Frosinone (vittoria per 2-0 contro l’Udinese) è distante di un solo punto. Domenica prossima in posticipo serale il Palermo ospiterà il Napoli, altra sfida tosta per gli uomini di Iachini. La corsa salvezza si fa sempre più dura.

 

INTERVISTE: 

Iachini: “Io guardo il lavoro che da un paio di settimane stiamo facendo con i ragazzi. Stiamo recuperando alcuni calciatori infortunati, altri stiamo cercando di portarli al top della forma dopo qualche problema fisico. Oggi abbiamo sbagliato un po’ negli ultimi passaggi e abbiamo preso gol alle prime due occasioni nitide dell’Inter. La squadra è sempre stata in partita e ci ha creduto. Nel secondo tempo l’approccio è stato positivo, serviva leggere meglio l’azione del terzo gol. Sono convinto che continuando a lavorare così in settimana, raggiungeremo a fare i punti che servono. Vedo delle cose positive e altre sono da correggere, serve del tempo per migliorare ma settimana dopo settimana dobbiamo pensare a giocare e interpretarla nella maniera migliore senza guardare la classifica. Abbiamo cercato di proporre un gioco efficace per quelle che sono le nostre caratteristiche. Stanno tornando in generale dei valori importanti, ci auguriamo di essere più continui”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.