CronacaPrimo Piano

Librino, visita nella zona San Teodoro per risanamento tessuto urbanistico

foto ufficio stampa

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha visitato Librino, con l’arch. Mario Cucinella e altri rappresentanti del Gruppo G124 – il nome deriva dal numero dell’ufficio del progettista e senatore Renzo Piano a Palazzo Giustiniani – che sta lavorando a Librino a un progetto destinato a “rammendare” il tessuto urbanistico e sociale del quartiere.

All’incontro erano presenti anche i rappresentanti della società sportiva “I Briganti”, che pratica il rugby nel campo di San Teodoro e ha allestito una Club House intitolata a Peppe Cunsolo nella zona attigua alla palestra dell’impianto, prima vandalizzata. Presenti anche gli assessori Rosario D’Agata, Salvo Di Salvo e Valentina Scialfa, Giulia Floriani, consulente della Mario Cucinella Architects, Carlo Colloca, docente di Analisi sociologica e metodi per la progettazione del territorio dell’Università di Catania, il presidente della Consulta Comunale Giovanile Pierangelo Spadaro e il componente Giulio Ciccia.

“Gli sforzi fatti da questi ragazzi – ha detto Bianco – sono preziosi ma da soli non bastano. Occorre innanzitutto regolarizzare la situazione affidando loro, appena saranno pronte le carte, la gestione di questa struttura potenzialmente bellissima, perché non è giusto che si resti in questa condizione di precarietà. E poi si proseguirà”.

Il Sindaco ha preso visione degli interventi del Comune di Catania, coordinati dal geom. Rosario Marino e consistiti in azioni di ampliamento dell’area destinata agli orti didattici, di messa in sicurezza dell’area limitrofa il campo da rugby e di bitumazione di una superfice di collegamento con l’Istituto scolastico Brancati che fosse anche funzionale a ospitare manifestazioni sportive, culturali e sociali. Un intervento ideato dagli architetti Roberto Corbìa e Roberta Pastore del Gruppo G124 che sono però partiti, come ha sottolineato Colloca, dalle richieste dirette dei cittadini.

“Stanno nascendo qui – ha aggiunto il Sindaco – molte belle idee, da chi ha intenzione di mettere radici qui. Noi vogliamo aiutarli portando acqua e luce. Creare un clima di armonia. Ecco perché si parla di rammendo. Una magnifica idea questa di ricucire una zona che è slabbrata e di farne un intervento unico”.

Bianco ha anche espresso il suo apprezzamento durante la visita al primo degli orti urbani realizzati nella zona, esperimento nato dal basso nell’ambito dell’operazione di rammendo, ma che fa parte del progetto lanciato da Bianco e che prevede la realizzazione a Librino di un parco con orti e frutteti urbani tra i più grandi d’Europa.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.