CronacaPrimo Piano

Li Vigni (Angeli della Notte): “Migliorano le condizioni di Andrea, il senzatetto dato alle fiamme in via Trieste”

“Stava per essere arso vivo Andrea, il senzatetto che domenica nel tardo pomeriggio, nella centralissima via Trieste è stato vittima di una vigliacca aggressione ad opera di almeno tre balordi, solo l’immediato intervento di un passante ha permesso al fratello ultimo di scampare a morte certa” -così inizia a parlare Giuseppe Li Vigni, presidente di Angeli della Notte Onlus, associazione che opera in città a favore degli emarginati e dei clochard.

“Oggi, dimesso dall’ospedale dopo aver riportato ustioni ad una mano e a un piede, Andrea ha trovato alloggio presso la comunità di Biagio Conte – continua Giuseppe Li Vigni- ma resta il segno indelebile di un fatto tanto cruento, tanto privo di umanità; il cercare di dar fuoco a qualcuno mentre dorme, salvato poi, solo per caso da un cittadino che vendendo il fuoco addosso all’uomo lo ha velocemente aiutato a spogliarsi e a liberarsi dalle fiamme che lo avrebbero sicuramente trasformato in una torcia umana, non è un episodio che può essere cancellato.”

“Questo è il quarto avvenimento in un anno, l’ultimo dopo la brutale aggressione ai danni di un indiano emarginato e senzatetto, picchiato selvaggiamente senza motivo qualche mese fa, episodio che suscitò l’indignazione dell’intera società civile, schierata in una fiaccolata di solidarietà organizzata dagli Angeli della Notte”, ma snobbata dalla classe politica, sottolinea ancora il Presidente dell’associazione.

“Tra l’altro la sera dell’aggressione ad Andrea, sembra che anche un altro senzatetto sia stato picchiato nella zona del lungomare, fortunatamente senza conseguenze di rilievo.”

“Circa centoventicinque i fratelli senzatetto in città, in base ai dati di un nostro report sul territorio, destinati ad aumentare a causa del perdurare della crisi – afferma Li Vigni – la nostra associazione copre i punti strategici di stallo, il centro, il centro storico ed il foro italico, zone con maggiore presenza di senzatetto – spiega il Presidente.

Siamo circa trenta volontari che assicuriamo due uscite notturne a settimana per portare l’aiuto concreto che solo un pasto caldo, completo anche di dolce può offrire; un primo, un secondo, a volte un contorno, latte, succhi di frutta,rosticceria, tutto a nostre spese con l’aiuto di qualche panificio e laboratorio artigianale di generi alimentari.”

“Il dormitorio di piazzetta della Pace offerto dalle istituzioni non è in grado di contenere altri ospiti e per parodosso ultimata la ristrutturazione del secondo piano, è stata rigettata l’agibilità a causa dei tetti troppo bassi,- afferma scoraggiato il Presidente- quindi molto è affidato agli uomini e alle donne di buona volontà, cerchiamo volontari che vogliano unirsi alla nostra missione civica, abbiamo una pagina fb “Angeli della Notte” dove è possibile contattarci”,conclude Giuseppe Li Vigni.

Solidarietà, partecipazione, compenetrazione, questo il volto offerto dai volontari contrapposto a quello dei  criminali, vigliacchi, superficiali, senza valori che cercano di imporre il proprio con i loro efferrati gesti.

Un maggior impegno delle Istituzioni è d’obbligo, sia nella tutela della sicurezza dei fratelli ultimi che nella logistica dell’accoglienza, in tempi difficili la forza dello stato va dimostrata anche con la concreta partecipazione alla risoluzione di problemi di ordine pratico, un tetto e un pasto non possono diventare un privilegio per chi da un giorno all’altro senza lavoro o per le drammatiche vicende della vita, si è ritrovato a possedere solo una valigia di cartone.

Massimo Brizzi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.