Economia & LavoroPrimo Piano

“Lei è troppo qualificato”. Scartato a 200 colloqui

Troppo qualificato. Foto Internet

“Dovrebbe cercare qualcosa di più attinente al suo profilo” oppure “il ruolo proposto non le consente di valorizzare le sue competenze”: forme espressive soft per comunicare ad un candidato in cerca di lavoro che potrebbe trovare di meglio.

Chissà a quante persone è capitato almeno una volta di ricevere una risposta così ma nessuno probabilmente ha mai raggiunto il poco invidiabile primato di Mark Schwalbe, un 52enne disoccupato inglese.

L’uomo è stato scartato ad oltre 200 diverse selezioni per ottenere un posto di lavoro. “Per lavorare in fabbrica o come magazziniere – come dichiara Schwalbe dalle colonne del Dailymail – mi hanno detto che ero troppo qualificato. Una volta mi sono sentito dire ΄non vogliamo un genio che si chieda perché gli chiediamo di spingere una scopa΄”.

Alla faccia di chi crede che uno dei problemi che ostacolano l’ingresso al mondo del lavoro sia l’essere troppo choosy.

Schwalbe ha quattro lauree e una lunga esperienza nel settore dell’assistenza ma ciò non è servito neppure a fargli trovare un posto da McDondald’s. Alcuni anni fa ha dovuto lasciare il suo lavoro per assistere la madre malata ma successivamente non è più riuscito a trovare un impiego.

Sono totalmente ΄non assumibile΄. Ho scritto – prosegue lo sfortunato protagonista della vicenda – a David Cameron e a Nick Clegg (rispettivamente il Primo Ministro britannico e il suo vice, ndr) per spiegar loro la mia situazione. Ci sono tante persone là fuori senza lavoro: se non riesco ad ottenere un lavoro con le mie qualifiche, non c’è da stupirsi che alle altre persone rimanga solo il sussidio di disoccupazione”.

Augurando la miglior sorte possibile al signor Schwalbe, ci chiediamo se il ministro Fornero proporrà un riconoscimento a questo eroe dei nostri tempi, simbolo anti-choosy per eccellenza.

Marco Cirincione

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.