Sport

Lega Pro: Trapani – Lecce 0-1, Bellaria – Milazzo 3-1

L’attaccante palermitano del Lecce Foti

Un Trapani mai domo riceve il Lecce di Franco Lerda, primo in classifica. I salentini sono di un’altra categoria e si vede sin dalle prime battute pungendo con le temibili ripartenze e risolvendo, senza rischi, gli attacchi dalla fasce delgi uomini di Boscaglia.

Dopo alcuni tentativi dei siciliani, uno sventato da Benassi, un altro sprecato dal tandem Madonia-Rizzi, il Lecce trova il vantaggio. Sul contropiede salentino la retroguardia granata commette una clamorosa disattenzione facendosi trovare impreparata e permettendo al palermitano Salvatore Foti (ex Sampdoria) di trovare la rete del vantaggio ospite.

Il Trapani non si arrende: attacca sulle corsie laterali anche se con maggior timore vista la tendenza del Lecce a colpire in velocità. La falsa riga della prima frazione di gioco si ripete nella ripresa con gli stessi ventidue effettivi scesi in campo nel primo tempo. Il Lecce però esce allo scoperto e, con i giocatori di categoria superiore (Benassi, Diniz, Foti, con Giacomazzi e Chevanton in panchina!), gestisce al meglio il risultato giocando a memoria e senza rischiare. Il Trapani attacca ma non punge, quindi. Un buon Trapani ma questo Lecce è davvero troppo per chiunque.

Tabellino

Trapani (4-4-2): Nordi 6; Lo Bue 5, Pagliarulo 6.5, D’Aiello 5.5, Rizzi 6; Basso 5.5, Tedesco 6, Caccetta 6, Madonia 6.5 (57′ Romeo 5.5); Abate 5 (74′ Docente sv), Mancosu 5 (65° Gambino sv). All: Boscaglia

Lecce (4-2-3-1): Benassi 6.5, Diniz 6.5, Legittimo 7, Meshaj 6.5, Di Maio 6.5, Esposito 7, Chiricò 6, De Rose 6, Foti 7 (81′ Malcore 6), Bogliacino 6 (68′ Giacomazzi 5.5), Falco 6(72′ Tomi s.v.). All. Lerda.

Sprofonda il Milazzo di La Spada sconfitto in trasferta dal Bellaria che lo spedisce all’ultimo posto, fanalino di coda del Girone A della Seconda Divisione della Lega Pro. Pronti, via sale in cattedra Fell, attaccante di casa, che mette a segno una doppietta complicando la gara ai mamertini.

Fortunatamente lo spirito di rivalsa del Milazzo si manifesta un minuto dopo il raddoppio avversario, a fine primo tempo, grazie a Cartone. La ripresa si apre con i padroni di casa che amministrano il gioco e che, al 10°, trovano un rigore assegnato dall’arbitro Capilungo di Lecce che Tattini trasforma. Il Milazzo non si arrende ma le sortite offensive dei mamertini non hanno, come spesso in questo inizio di campionato, buon fine. Un’altra sconfitta per gli uomini di La Spada che vedono l’orlo del baratro.

Tabellino

Bellaria (3-4-1-2-): Rossini 6.5, Maccarrone 5.5, Fantini 6, Gerolino 6.5; Angelino 6.5 (57′ Cassese 6.5) Mariani 6.5, Raparo 6.5 (61′ Fiore 6), Masullo 6.5; Tattini 7; Bernacci 6, Fall 7.5 (73′ Rosseti 6.5). All: Pepe

Milazzo (4-1-4-1): Conti 5.5; Campanella 6, Bellich 5, Urso 5.5 (53′ Rasà 6), Strumbo 5; Cuomo 6; D’Amico 6.5, Lewandowski 7, Simonetti 5 (61′ Candia s.v.), Salustri 6.5; Cartone 6.5 (71′ Calcagno 6). All: La Spada

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.