Sport

Lega Pro: Trapani ko con la Virtus Entella. Pari per il Milazzo

Pallone della Lega Pro

VirtusEntella – Trapani 3-2

Grande gara della Virtus Entella di Prina tra le mura amiche a Chiavari. Dallo 0-2 al 3-2. Un’amara sconfitta per il Trapani di Boscaglia, la prima in trasferta. Dopo un primo tempo giocato su ritmi blandi con relativi pericoli sventati da entrambe le retroguardie (su tentativi di Vannucchi e Madonia) la seconda frazione di gioco vedrà le due compagini protagoniste.

In otto minuti il Trapani fa 0-2 con Abate sugli sviluppi di un corner e un rigore di Madonia. Poi il Trapani scompare dal rettangolo di gioco: rigore per i padroni di casa, trasformato da Russo nel gol del 1-2 ed espulsione per il granata Spinelli. La parità numerica si ristabilisce dieci minuti più tardi e stavolta è Hamlili ad andare anticipatamente sotto la doccia. Ma i padroni di casa non si perdono d’animo, anzi, e in parità numerica chiudono la gara con un rocambolesco 3-2 con un colpo di testa di Garin e un’azione di rimessa conclusa da De Col. Al Trapani saltano i nervi, espulso Pirrone ed immensi rimpianti per la squadra siciliana che conduceva fino a meno di quattro minuti dalla fine della gara.

Il tabellino:

VIRTUS ENTELLA: Paroni, Zampano, Falcier (53′ De Col) Raggio Garibaldi (23′ Hamlili), Russo, Garin, Cervo, Volpe, Argeri (51′ Marchi), Vannucchi, Staiti.

All.: L.Prina.

TRAPANI: Nordi, Lo Bue, Rizzi, Pagliarulo, D’Aiello, Spinelli, Caccetta, Basso, Abate (88′ Docente), Madonia (61′ Pirrone), Mancosu. In panchina: Dolenti, Daì, Filippi, Docente, Tedesco, Gambino.

All.:R.Boscaglia.

ARBITRO: Benassi di Bologna

RETI: 50′ Abate(0-1), 55′ rig. Madonia(0-2), 57′ rig. Russo(1-2), 86′ Garin(2-2), 89′ De Col(3-2).

NOTE: ammoniti Russo, Lo Bue, Spinelli, D’Aiello, Pirrone;

espulsi al 59′ Spinelli(TP), al 77′ Hamlili(VE)e al 92′ Pirrone(TP)

Milazzo – Pro Patria 2-2

Se la Virtus Entella è riuscita nell’impresa di ribaltare un doppio svantaggio, il Milazzo c’è andato molto vicino. La partita che non si doveva giocare (per un mancato accordo tra Comune e società sulla gestione dello stabile) si è invece disputata rivelandosi una partita densa di emozioni, come d’altronde le ultime uscite dei siciliani. La Pro Patria, guidata da Aldo Firicano, trapanese, vecchia conoscenza del calcio per aver militato in Fiorentina e Cagliari, giunge in Sicilia dopo aver ottenuto sei punti contro Rimini e Alessandria. Il Milazzo, il cui presidente è stato scovato mentre usciva da una bagagliaio di un’auto per fuggire dai tifosi, cerca un riscatto dopo il rocambolesco pareggio della settimana scorsa ma finisce per incapparne in un altro altrettanto spettacolare.

Pronti, via e il Milazzo è sotto: al 6° minuto Serafini deposita in rete un cross di Androni e porta la Pro Patria in vantaggio. I mamertini non si arrendono ma la Pro Patria sembra superiore e dopo una clamorosa traversa a portiere battuto che nega la doppietta a Serafini, la squadra di Firicano raddoppia con Falomi su assist dell’onnipresente capitano Serafini.

La ripresa sembra seguire la falsa riga della prima frazione di gioco con i lombardi a comandare il gioco senza correre molti pericoli. Firicano però sostituisce Giannone e Falomi con Viviani e Cozzolino; decisione che si rivelerà fallace e il Milazzo cresce. Nel finale in pratica si vedono solo i siciliani in campo: al 75’ Dama, entrato da venti minuti, accorcia le distanze con un preciso colpo di testa. I mamertini continuano con foga agonistico e al 42’ trovano il pareggio finale con D’Amico. Un insperato pareggio che conforta, dopo un inizio terribile, la squadra di La Spada.

Il tabellino:

MILAZZO (4-2-3-1): Previti; Campanella, Salustri (24′ Pergolizzi), Cancelloni, Petrucci; Evola, Della Penna (46′ Calcagno); Mignogna, D’Amico, Mancini; Cartone (55′ Dama). All. La Spada.

PRO PATRIA (4-3-1-2): Vavassori; Andreone, Pantano (92′ Bonfanti), Nossa, Polverini; Vignali, Calzi, Bruccini; Giannone; Serafini (83′ Viviani), Falomi (70′ Cozzolino). All. Firicano.

ARBITRO: Greco di Lecce

MARCATORI: 7′ Serafini (PP), 39′ Falomi (PP), 75′ Dama (MI), 87′ D’Amico (MI)

Ammoniti: Petrucci (MI) e Cancelloni (MI).

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.