Sport

Lega Pro. Trapani, buon pari casalingo. Disfatta Milazzo

 

Pallone Lega Pro. Foto Archivio

TRAPANI – CREMONESE 0 -0

Il Trapani di Roberto Boscaglia saluta un altalenante 2012 con un pareggio interno contro la Cremonese, battuta l’anno scorso durante gli sfortunati play-off per salire di categoria. I granata,  quarti a 26 punti, riprenderanno nel 2013 a Carpi, altra scottata dallo scorso campionato.

La partita è giocata su buoni ritmi anche se non ci sono occasioni clamorose; un pericolo per parte, nei primi minuti di gioco, prima con il Trapani che graffia con una conclusione di Basso che si spegne sul fondo, poi  Nordi è sicuro su Buchel. Alla mezz’ora Abate va molto vicino al vantaggio ma il suo velenoso tiro esce di poco. La ripresa è, fin da subito, più spumeggiante del primo tempo. In meno di dieci minuti si assiste a due occasioni, una per parte. Dapprima l’arbitro Chiffi annulla, giustamente, un gol alla Cremonese per un fallo ai danni di D’Aiello mentre pochi minuti dopo è il Trapani a farsi pericoloso con Gambino la cui conclusione è però bloccata da Grillo. Dopo un pregevolissimo intervento di Nordi su Marotta, la Cremonese va via via sparendo dal gioco lasciando al Trapani l’onere e l’onore di amministrare la gara. Caccetta, Madonia e Gambino vanno vicinissimi al vantaggio ma non riescono nell’impresa. La partità finisce con un buon pari, giusto, che accontenta entrambe le compagini.

Il tabellino

TRAPANI: Nordi, Lo Bue, Rizzi, Pagliarulo, D’Aiello, Pirrone(Caccetta al 26’st), Basso, Spinelli(Tedesco al 26’st), Abate, Gambino(Docente al 40’st), Madonia. All. Boscaglia.
CREMONESE: Grillo, Sales, Visconti, Degeri, Moi, Tedeschi, Buchel(Cangi al 28’st), Baiocco, Djuric, Marotta, Carlini(Filippini al 18’st). All. Scienza.ARBITRO: Chiffi di Padova

 

MILAZZO – BASSANO VIRTUS 2-5

Piove sul bagnato in casa del Milazzo; epilogo decisamente amaro per i mamertini che concludono il 2012 ultimi e con soli 8 punti all’attivo. Quarta sconfitta casalinga al “Grotta Polifemo” ed ancora nessuna vittoria in campionato: questo è il mortificante resoconto del Milazzo alla fine del girone d’andata e la situazione peggiora viste i lamenti dei calciatori che chiedono con insistenza due mensilità non retribuite. Ciò potrebbe provocare dei punti di penalizzazione per la squadra.

Nel Milazzo Lewandowski è in panchina, entrerà durante la seconda frazione di gioco.

Pronti, via ed il Bassano va in vantaggio dopo sette minuti:  Salustri, non aiutato dalle pessime condizioni del terreno, sbaglia un facile intervento e permette a Longobardi il più semplice dei gol. Passano sette minuti ed il Bassano raddoppia, il Milazzo sta a guardare. Brutto fallo di Strumbo  su Proietti, rigore. Batte Correa per lo 0-2. Ma un Milazzo che non ti aspetti esce i denti e trova, in due minuti, un insperato pareggio, prima della fine della prima frazione di gioco. Dapprima D’Amico, dopo un bel dribbling ai danni del marcatore, batte Cano;  meno di due minuti dopo è Cuomo a trovare il pareggio, di piatto, sfruttando un ottimo assist di Suriano, il migliore tra i mamertini.

La ripresa è iniziata da meno di quattro minuti ed il Milazzo butta tutto ciò che di buono era riuscito a trovare negli ultimi minuti del primo tempo: Pepe perde un pallone al limite dell’area di rigore, Correa ne approfitta e salta Tesoniero, che lo abbatte. Lacagnina, arbitro, indica il dischetto del rigore ed espelle l’estremo difensore mamertino. Entra Previti, secondo portiere, che riesce a deviare il tiro di Correa che però, con molta fortuna, si ritrova il pallone sui piedi e realizza il 2-3 a porta sguarnita. Il Milazzo cerca subito il pareggio con due punizioni di Lewandowski (subentrato a Campanaro) ma Cano si fa trovare sempre pronto. In tre minuti però il Bassano dilaga:  al 61’ Proietti insacca da pochi passi ben servito da Berrettoni che, due minuti dopo, serve Stevanin che in spaccata segna il quinto gol per gli ospiti. Lo stesso Berrettoni crea un altro assist succulento per Stevanin, che in scivolata devia comodamente la sfera in rete. Partita chiusa in maniera netta con un Milazzo che deve cominciare seriamente a preoccuparsi della situazione in cui si trova.

 Il tabellino 
MILAZZO (4-5-1): Tesoniero, Salustri, Strumbo, Pepe, Pergolizzi (69’ Alosi), Simonetti, Cuomo, Campanaro (46’ Lewandowski), Calcagno, Suriano (48’ Previti), D’Amico (C). All: Tudisco.
BASSANO (4-4-2): Cano, Toninelli, Bertoli, Basso (C) (46’ Carteri), Furlan (46’ Barbieri), Mateos, Correa, Stevanin, Proietti; Longobardi, Berrettoni (71’ Conti). All: Rastelli.
ARBITRO: Lacagnina di Caltanissetta
MARCATORI: 7’ Longobardi (B), 14’ rig. e 49’ Correa (B), 36’ D’Amico (M), 38’ Cuomo (M), 61’ Proietti (B), 64’ Stevanin (B),
Simone Giuffrida
Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.